F1 – “Illegalità limitata” per la Mercedes: i dettagli della decisione della FIA dopo le proteste Ferrari

Photo4/LaPresse

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte della Ferrari, la FIA ha riscontrato un’ ‘illegalità limitata’ nei cerchi posteriori Mercedes, niente che però comprometta il regolare svolgimento delle gare

Il successo sulla pista di Marina Bay, poco conforme alle caratteristiche della Mercedes, aveva fatto insospettire la Ferrari. La Scuderia di Maranello, nei giorni scorsi, aveva deciso si inviare alla FIA una lettera nella quale era contenuta la richiesta di chiarimenti in merito all’accoppiamento di ruota e mozzo della W09. Il sospetto era quello di trovarsi di fronte ad una situazione analoga a quella capitata alla Red Bull nel 2012. All’epoca venne vietato alla RB8 di utilizzare cerchi e mozzo forati, perché considrati elementi aerodinamici mobili e dunque non cormi all’articolo 3.15 del regolemnto tecnico di F1 che recita:

qualsiasi parte specifica della monoposto che influenza la prestazione aerodinamica” deve essere “rigidamente fissata all’intera parte sospesa dell’auto” e deve rimanere “immobile in relazione alla parte sospesa della macchina“.

La rotazione dell’aria nel mozzo energizzava il flusso e tale soluzione venne dichiarata illegale. La FIA ha dunque preso in esame dei forellini presenti sul mozzo della Mercedes, arrivando alla conclusione che, vista la loro piccola dimensione (ben più piccoli di quelli utilizzati dalla Red Bull) il loro effetto aerodinamico sarebbe ininfluente. La scuderia di Brackley infatti riesce ad estrarre il calore dalle gomme posteriori grazie al soffiaggio, dunque i forellini sul mozzo non avrebbero questa funzione primaria. A differenza di quanto avvenne con al Red Bull nel 2012, la FIA ha dunque riconosciuto un’ ‘illegalità limitata’, dichiarando la Mercedes conforme alle norme di regolamento.

Valuta questo articolo

4.5/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery