Hamilton, ‘gimme five’: adesso sei davvero leggenda!

Photo4/LaPresse

Una carriera sempre al massimo, cinque titoli mondiali e l’ingresso nell’olimpo del motorsport: Lewis Hamilton è sempre più leggenda

Un quarto posto speciale, un piazzamento che vale il quinto titolo di una straordinaria carriera. Lewis Hamilton vince il Mondiale di Formula 1, proiettandosi sempre più nel ristrettissimo circolo dei più grandi di sempre.

photo4/Lapresse

Agguantato Juan Manuel Fangio al secondo posto, con Michael Schumacher che guida davanti a tutti con sette trionfi. Una crescita costante, dovuta anche al matrimonio con la Mercedes, utile per conquistare quattro degli ultimi cinque campionati. Dopo i duelli con Nico Rosberg, Hamilton non ha lasciato scampo a Vettel negli ultimi due anni, martellandolo a suon di vittorie nella seconda parte di stagione. Prosegue dunque il digiuno iridato del Cavallino, che dura ormai dal 2007, quando fu Kimi Raikkonen a portare il titolo piloti a Maranello. A Stoccarda, invece, possono brindare per l’ennesimo trionfo tutto argento, in un binomio perfetto con il talento sopraffino del driver di Stevenage. Un predestinato Lewis Hamilton, confermatosi un prodigio al volante per tutta la sua carriera: kart, Formula Renault, F3 e GP2. Nel 2007 Ron Dennis lo affianca in Formula 1 a Fernando Alonso alla guida della McLaren, raccogliendone immediatamente i frutti.

photo4/Lapresse

Il baby fenomeno inglese spiazza tutti fin da rookie: podi, vittorie, furiosi litigi con il compagno asturiano, spy-story, incidenti e titolo iridato gettato al vento nell’ultima gara a favore della Ferrari di Raikkonen. L’anno successivo arriva il riscatto, con il titolo sfilato dalle tasche di Felipe Massa in Brasile. L’ascesa della Red Bull di Sebastian Vettel, unita al declino della McLaren, suggeriscono al fuoriclasse di Stevenage di trasferirsi alla Mercedes, cominciando una cavalcata pazzesca. Dopo un anno di rodaggio, il potenziale delle Frecce d’Argento esplode dal 2014, anno del suo secondo titolo, bissato nel 2015, sempre ai danni di Nico Rosberg. Nel 2016 arriva il boccone amaro con la vittoria del tedesco, prima della doppietta 2017-2018 che lancia Hamilton tra i più grandi di sempre.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery