F1, nessuna resa in casa Ferrari: ad Austin previsto l’ultimo colpo di coda per tornare a vincere

photo4/Lapresse

L’obiettivo della Ferrari non è quello di raggiungere Hamilton, ormai imprendibile, ma vincere quante più gare possibile da qui alla fine della stagione

Il Mondiale è ormai compromesso, il titolo piloti e quello Costruttori hanno preso la strada di Brackley lasciando la Ferrari con un pugno di mosche.

LaPresse/Photo4

A Maranello però non c’è nessuna voglia di arrendersi, Arrivabene e soci continuano a lavorare alacremente per portare a casa gli ultimi Gran Premi di una stagione cominciata benissimo, ma rovinatasi in corso d’opera. L’obiettivo di quest’ultimo mese di gare non è certamente quello di sfilare le corone iridate alla Mercedes, visto l’ampio divario in classifica, ma quello di salire sul gradino più alto del podio per rendere meno amara la vittoria dei rivali. Per questo motivo, la Ferrari non ha certamente arrestato lo sviluppo della SF71-H, proseguendo negli ultimi aggiornamenti che arriveranno proprio in occasione del Gp di Austin. Gli ingegneri in rosso procederanno a far debuttare l’ultimo pacchetto aerodinamico della stagione, con l’obiettivo di vincere la gara in Texas. Arrivabene conta molto sull’equilibrio trovato a Suzuka in gara, dovuto alle vecchie soluzioni tecniche rispolverate dopo l’introduzione di Silverstone, motivo che spinge la Ferrari a credere di poter far festa nel prossimo week-end. La vittoria dipenderà da vari fattori, Vettel in primis, che dovrà finalmente mettere alle spalle gli errori commessi nell’ultimo periodo, tornando a dimostrare quel talento che gli ha permesso di vincere ben quattro titoli mondiali.

Valuta questo articolo

1.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery