F1, che affondo di Ross Brawn contro Vettel: “tutti quegli incidenti non possono essere una coincidenza”

LaPresse/PA

Secondo il direttore sportivo della Formula 1, Vettel è entrato in un periodo negativo da cui solo la Ferrari può aiutarlo ad uscire

La situazione di Sebastian Vettel è molto difficile da comprendere, il pieno appoggio della Ferrari non basta per regalargli tranquillità, anzi lo spinge a commettere errori marchiani che ne pregiudicano la corsa al mondiale.

photo4/Lapresse

L’ultimo risale al Gp di Austin, dove il contatto con Ricciardo si sarebbe potuto evitare, senza la correzione in curva divenuta poi causa dell’incidente. Sulla questione è intervenuto Ross Brawn, che ha espresso il proprio parere ai microfoni di Motorsport.com: “Vettel non è estraneo agli errori, venerdì ha fatto il primo errore, non rallentando a sufficienza sotto regime di bandiere rosse. Ha pagato un prezzo salato, con tre posizioni di penalità in griglia. Poi, nel corso della gara, è finito per fare un incidente con una Red Bull, questa volta quella di Ricciardo, e anche in questo caso Vettel ha avuto la peggio. Era un’altra occasione persa per limare il gap dalla vetta del Mondiale. Certamente non voglio mettere Vettel sul banco degli imputati, ma questi incidenti non possono essere a lungo una coincidenza. Piuttosto, questi incidenti sembrerebbero indicare che Sebastian è un po’ fuori di testa al momento. Ora le speranze di riportare il titolo piloti a Maranello sta diminuendo ed è giunto il momento di fare i conti. Il compito più importante della Ferrari è capire come poter aiutare Vettel e sfruttare al meglio il suo enorme talento. Non si diventa un 4 volte campione del mondo senza un motivo e Sebastian non si è certo dimenticato come vincere. In uno sport complicato come la Formula 1 raggiungi i tuoi obiettivi solo se tutti i pezzi del puzzle sono nel posto giusto, se manca solo un pezzo è tutto compromesso“.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery