F1, Arrivabene disintegra i suoi uomini: “inaccettabile quanto accaduto, a volte gli occhi dal pc vanno tolti”

Maurizio Arrivabene © Photo4 / LaPresse

Il team principal della Ferrari non fa nomi, ma si mostra alquanto arrabbiato per la strategia messa in atto dai suoi uomini nelle qualifiche di Suzuka

Durissimo e arrabbiatissimo, come dovrebbe essere proprio in questi casi. A Maurizio Arrivabene non va giù la strategia utilizzata oggi dalla Ferrari a Suzuka, costata il nono posto a Sebastian Vettel sulla griglia di partenza. Una scelta azzardata che rischia di compromettere il Gp del Giappone del tedesco, che sarà chiamato ad una super rimonta fin dai primi giri.

maurizio arrivabene

Photo4 / LaPresse

Interrogato su quanto accaduto, Arrivabene non le ha mandate a dire: “da come si erano messe le cose non credo che oggi la pole position fosse alla nostra portata, ma quanto è accaduto oggi è inaccettabile. Sono molto arrabbiato, non è una questione di strategia ma una questione di scelte. Non è la prima volta che accadono questi errori. Non me la sento di puntare il dito contro qualcuno in particolare, ma sono molto deluso. A differenza di altre occasioni, oggi era facile capire cosa stava accadendo in pista, visto che tutti i nostri avversari sono usciti dai box con le slick. A volte è più utile togliere gli occhi dai computer e guardare la pista, usando il buon senso. È vero che siamo una squadra giovane, probabilmente ci manca il ‘pistaiolo’, una persona d’esperienza capace di leggere le situazioni in modo corretto ed in tempi brevi. Fare dei nomi non è il caso, quando si sbaglia lo si fa insieme così come quando si vince. Ho il dovere di metterci la faccia, ma anche il diritto di arrabbiarmi.

vettel

photo4/Lapresse

I conti si fanno alla fine, e si interverrà se sarà necessario. Si è trattata di una decisione presa con coscienza e questo è peggio, inutile però fare processi adesso. Mi sono arrabbiato, abbiamo parlato e ho invitato a fare certe riflessioni. Domani c’è una gara da fare e bisogna andare in pista con determinazione. E’ un errore grave e per una squadra come la nostra non è accettabile. Vettel? Sebastian è calmo, ed in passato si è trovato in condizioni simili a quelle attuali, quando recuperò 31 punti vincendo il Mondiale, quindi credo che sappia gestire anche momenti difficili”.

Valuta questo articolo

2.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery