Di Maria-Juventus, si può fare: richiesta d’ingaggio molto alta, ma il club bianconero ha l’asso nella manica

LaPresse/Reuters

L’argentino si interroga sul proprio futuro, Mendes temporeggia con il Psg e intanto manda segnali alla Juventus

Un contratto che scade il prossimo giugno, un proposta di rinnovo sul tavolo e tanta cautela per decidere il proprio futuro imminente. Angel Di Maria si interroga sul da farsi, indeciso se restare in Francia oppure intraprendere una nuova avventura professionale.

Jorge Mendes

LaPresse/Fabio Ferrari

Interessata al ‘Fideo’ c’è senza dubbio la Juventus, facilitata dagli ottimi rapporti con Jorge Mendes, procuratore che ha portato a Torino la scorsa estate sia Cancelo che Cristiano Ronaldo. Il manager portoghese ha già ricevuto una cospicua proposta di rinnovo da parte di Al-Khelaifi, che stravede per Di Maria, ma ha deciso di attendere anche le mosse degli altri club europei. I primi interessi sono arrivati dall’Inghilterra, ma anche il club bianconero non ha chiuso la porta, rimanendo rigida però sulla richiesta d’ingaggio che oscilla intorno ai dieci milioni di euro più bonus. Sugli esterni c’è abbondanza nella rosa di Allegri, Agnelli e Paratici devono decidere su chi puntare e dare una risposta entro dicembre a Mendes, che intanto continua a temporeggiare con il Paris Saint-Germain. Il futuro di Angel Di Maria è ancora tutto da scrivere, la Juventus ci prova e si interroga: si profila l’ennesimo affare con Mendes?

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery