Cristiano Ronaldo ed il presunto stupro: nuove rivelazioni shock, intanto le prove “scompaiono” dagli archivi

Cristiano Ronaldo Fabio Ferrari/LaPresse

Kathryn Mayorga continua la sua crociata accusando di stupro il bomber della Juventus Cristiano Ronaldo, il quale si difende raccontando la propria versione dei fatti

Cristiano Ronaldo al centro di un caso caldissimo, un presunto stupro risalente al 2009 denunciato in questi giorni da Kathryn Mayorga ai microfoni di Der Spiegel. Leslie Mark Stovall, avvocato della donna, ha rivelato come le prove che dovevano essere custodite dalla polizia di Las Vegas siano state misteriosamente perse: i vestiti e la biancheria intima consegnata all’epoca, non sono più in archivio.

Frosinone vs Juventus - Serie A TIM 2018/2019

Alfredo Falcone/LaPresse
ALFREDO FALCONE

Ma non è tutto, sono spuntate anche nuove dichiarazioni della Mayorga, molto dettagliate, in merito a quanto accaduto quella sera: “Ero in bagno quando lui si è presentato con il pene fuori dai pantaloni, mi ha chiesto di toccare il suo pene per 30 secondi. Quando gli ho detto di no, mi ha implorato di leccarglielo. Stavo ridendo, pensavo: ‘È uno scherzo? Questo ragazzo così famoso è un fottuto perdente!’. Lui mi ha detto che se gli avessi dato un bacio, mi avrebbe lasciata andare. Io ho risposto: ‘Ok, ti bacerò, ma non ho intenzione di toccare il tuo pene’. Poi però lui comincia a venire verso di me con forza, a toccarmi, a scendere verso il basso con le mani. Io lo spingo via e continuo a dirgli no'”. Allora, secondo la ragazza, un suo amico sarebbe entrato nel bagno. “Io mi sono tirata giù il vestito e ho detto: ‘Stiamo andando via proprio ora’. Ho guardato Ronaldo e anche lui ha detto ‘Sì, stiamo andando via’. Pensavo che tutto fosse finito, invece non lo era: mi ha trascinato nella sua stanza, mi ha girato di spalle, ha cercato di togliermi la biancheria intima, io ho cercato di coprire la mia vagina. A quel punto mi è saltato addosso, io gli dicevo no, no, no“.

cristiano ronaldo

Alfredo Falcone/LaPresse
ALFREDO FALCONE

Sarebbero inoltre al vaglio altre testimonianze raccolte in seguito allo scandalo Football Leaks. Anche Cristiano Ronaldo, sempre secondo Der Spiegel, avrebbe dato la sua versione dei fatti ad i suoi avvocati, i quali avrebbero annotato la seguente versione: “L’ho presa di lato, si è resa disponibile. Era sdraiata su un fianco, a letto, e sono entrato da dietro. È stato un gesto rude, non abbiamo cambiato posizione per 5-7 minuti. Ha detto che non voleva farlo, ma si è resa disponibile. Per tutto il tempo il rapporto è stato rude, l’ho girata dalla sua parte ed è stato veloce. Forse le ho provocato alcuni lividi quando l’ho afferrata , poi mi ha masturbato, ma continuava a dire ‘no, non farlo, non sono come gli altri’. In seguito mi sono scusato. Ha detto di no e si è fermata più volte”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery