Ciclismo – Tricolore crono femminile: Elisa Longo Borghini sbaglia strada e dice addio al titolo, la vittoria va a Elena Cecchini

Un’errata segnalazione costringe la Longo Borghini a sbagliare strada, il titolo italiano a crono va quindi a Elena Cecchini

La prova femminile dei Campionati Italiani a cronometro va a Elena Cecchini (Fiamme Azzurre/Canyon SRAM), che chiude con il tempo di 28’13″2 davanti a Vittoria Bussi (BJ Bike Club, 28’24″3) e Rossella Ratto (Fiamme Azzurre/Cylance Pro Cycling, 28’28″5).

La tre volte campionessa italiana su strada in linea, friulana classe 1992, ha conquistato il suo primo titolo tricolore a cronometro della carriera, confermando il buon periodo di forma: “sono soddisfatta – le sue parole – la cronometro è una specialità che richiede conoscenza precisa del percorso, concentrazione dall’inizio alla fine e cura dei dettagli e negli anni ho imparato a conoscerla e affrontarla meglio. La stagione a cronometro è stata positiva, a partire dal titolo ai Giochi del Mediterraneo, proseguendo con il titolo mondiale a squadre della scorsa settimana, fino al successo di oggi. Il percorso non era facile, con una prima parte più in salita e un successivo tratto molto veloce, ma in ogni caso si doveva spingere fin da subito“.

Sul secondo gradino del podio è salita Vittoria Bussi, 31enne romana, ex atleta di mezzofondo e triathlon prima di dedicarsi al ciclismo, da poche settimane primatista del mondo sull’ora con 48,007 km percorsi. La medaglia di bronzo è invece andata alla torinese Rossella Ratto, 25 anni tra pochi giorni, bronzo iridato in linea nel 2013. Nona la campionessa uscente Elisa Longo Borghini, tradita da un errore di percorso nelle fasi finali della gara. L’azzurra ha sbagliato strada per colpa di un’errata segnalazione, dicendo così addio alla possibilità di bissare il successo dello scorso anno.

 

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery