Champions League – Verso Barcellona-Inter, Spalletti con i piedi per terra: “forti anche senza Messi”

spalletti inter Marco Alpozzi/LaPresse

Le sensazioni di Spalletti alla vigilia della sfida di Champions League tra Inter e Barcellona

“Con Messi penso sarebbe stato un Barcellona ancora più forte ma resta comunque una grandissima squadra, ha comunque altre soluzioni. Dobbiamo essere una squadra non succube dell’avversario ma che credere di avere delle possibilità“. L’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, parla così della sfida di domani al Camp Nou, match di Champions che i blaugrana affronteranno senza il fuoriclasse argentino.

Francesco Moro/LaPresse

Quando incontri una squadra come il Barca, dove c’è talento in qualsiasi parte del campo, una delle squadre più forti del calcio nel mondo, e vai a giocare al Camp Nou, è chiaro che loro sono favoriti -prosegue il tecnico di Certaldo nella conferenza stampa della vigilia-. Però noi dobbiamo avere grande autostima, che non deve sconfinare in arroganza solo perché stiamo passando un buon momento. Dobbiamo ripartire dall’essere molto umili e disponibili a fare un partita di fatica e spessore a livello mentale“.

E’ una gara che ci siamo sognati di venire a giocare. La consacrazione vera è avere l’ambizione di giocare queste partite entrandoci dentro e affrontandole senza subirle -evidenzia-. La qualificazione? Si possono fare passi avanti facendo risultato, però la qualificazione non diventa matematica e poi giocano anche gli altri. Dovremo avere la convinzione di potercela giocare“.

spalletti inter

Marco Alpozzi/LaPresse

Come si schiererà il Barca senza Messi? Non è facile cambiare l’atteggiamneto e la mentalità della squadra in funzione di un calciatore. E’ chiaro che anche se chi lo sostituisce vorrà far vedere le sue qualità, Messi è differente: quando credi di aver visto tutto nel calcio arriva lui e ti fa vedere cose diverse. Loro rimangono comunque una squadra che sa dove passa la palla e ha tutte quelle qualità, se gestisce la partita, per trovare soluzioni contro qualsiasi avversario. Dovremo gestire di più la palla, anche se sembra un paradosso, perché è l’unica possibilità che abbiamo“.

E’ difficile immaginare cosa farà Valverde, ha a disposizione giocatori con qualità diverse. Come modulo mi aspetto un 4-3-3 -conclude-. Miranda domani gioca. Da questa partita potrebbero uscire i punti fondamentali e noi tratteremo così la gara, come una partita chiave, importantissima“. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery