ATP Shanghai – Federer in difficoltà: “condizioni complicate, palle lente e pesanti, poi il freddo…”

AFP/LaPresse

Roger Federer stenta nei primi turni di Shanghai: il campione svizzero dà la colpa alle complicate condizioni di gioco

Se non si chiamasse Roger Federer, forse le sue prestazioni, non del tutto positive, non avrebbero suscitato così tanto clamore. Se non si chiamasse Roger Federer però, probabilmente, i primi match di Shanghai non li avrebbe nemmeno vinti. Il tennista svizzero ha superato Mevdeved e Bautista Agut con qualche difficoltà di troppo, mostrando un gioco molto altalenante. Lo stesso Federer ha spiegato quali siano le difficoltà che sta incontrando sul cemento asiatico in conferenza stampa: “sono abbastanza contento. Bautista ha dovuto alzare di molto il livello nel secondo set per stare al mio passo. È andato on fire. Ho servito l’80% delle prime nel secondo set e sono stato breakato due volte… Alla fine lui si è irrigidito. Mi aspettavo che sarebbe stato un match duro e così è stato. Oggi sono stato calmo, ho cercato di provare ad essere aggressivo ma le condizioni erano difficili. È veloce, le palle sono lente e pesanti e fa freddo. Ero in vantaggio di un set e di un break e si poteva credere che fosse chiusa, poi sul 4-4 del terzo set come ieri ho fatto la differenza. Prossimo incontro con Nishikori? Quando trova il ritmo è molto difficile affrontarlo. Non so se i campi veloci si adattano a lui meglio, perché gioca bene su tutte le superfici: erba, terra e cemento. Sarà un match duro. Spero che il modo in cui ho giocato contro Medvedev e Bautista, due ottimi giocatori da fondo, mi aiuterà”.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery