Napoli, Ancelotti annuncia: Insigne salterà l’Udinese a causa di un problema fisico

ancelotti Alfredo Falcone/LaPresse ALFREDO FALCONE

Carlo Ancelotti ha parlato alla vigilia dell’incontro del suo Napoli contro l’Udinese, Insigne sarà assente tra le fila dei partenopei

Le scelte di formazione saranno condizionate dalle sfide a Psg e Roma? No, assolutamente no. La gara di domani è importante per ricominciare come avevamo lasciato. Vogliamo vincere come avevamo finito, bene. Priorità a domani. Vi do dei vantaggi, ci sono degli indisponibili, sono Luperto, Ounas e Insigne che non partiranno con la squadra“. Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, svela che Insigne non partirà con la squadra per la trasferta di Udine e che non pensa alle prossime sfide ma a vincere con i bianconeri. “Insigne non ha un problema grosso, ma è indisponibile, lavorerà in questi giorni per recuperarlo per mercoledì”. “Le insidie di Udine? Le insidie sono le solite, le gare sono agevoli dopo, mai prima. Tutte presentano delle difficoltà. L’insidia maggiore è di non avere la capacità fisica e mentale per esprimere il potenziale che abbiamo, in quel caso è più facile vincere che non il contrario”, ha aggiunto Ancelotti che sulle pressioni ha spiegato: “La pressione c’è, ma perché vogliamo migliorare e proseguire questa striscia. Non siamo però qui a fare calcoli o a guardare ad altri”. La priorità per il tecnico è vincere qualcosa col Napoli e non allungare il contratto come vorrebbe De Laurentiis. “La mia priorità è fare bene qui e restare competitivo su tutti i fronti, tutto il resto poi è secondario. Quando ci si trova bene in un posto e gli altri si trovano bene con te tutto il resto viene di conseguenza, io mi trovo bene qui, la società si trova bene con me, così come il presidente, è un cammino iniziato da poco e può essere migliorare in futuro”.

Napoli

Lapresse

Nelle scelte peseranno gli impegni delle nazionali. “La priorità è a chi è stato qui, poi ci sono alcuni che hanno giocato domenica come Milik e Zielinski, ma si considerano anche i viaggi. La priorità c’è a chi è rimasto, poi si valuta. Tranne il problema a Lorenzo gli altri hanno recuperato tutti, poi Ospina è arrivato ieri, Diawara s’è allenato oggi… le considerazioni da fare sono solo quelle. Psg? La priorità è l’Udinese, se facciamo bene si prepara meglio anche la gara di Champions, non c’è nessun disturbo per l’impegno di mercoledì. Insigne recuperabile per Parigi? Pensiamo di sì“. L’Udinese con il suo 4-4-1-1, potrebbe portare Ancelotti a preparare qualcosa di specifico. “Ha un’identità precisa, si difende con ordine, riparte in contropiede, Lasagna è pericoloso in questo ma prepareremo una strategia adeguata”. “Mertens che margini di crescita ha? Anche lui, è uno degli ultimi che è arrivato, sta migliorando di condizione e mi aspetto continuità. Ha fatto ottimi periodi di partita, meglio quando è entrato, come Milik, ora mi aspetto che entrambi facciano meglio dall’inizio con continuità. Come gli altri. A che punto è la metamorfosi di Hamsik da regista? Compiuta. Non deve abituarsi“, ha aggiunto Ancelotti che su Barella ha detto: “Barella da grande squadra? E’ un ottimo calciatore, è più forte di Ancelotti giovane“. (Red-Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery