Vuelta 2018 – La resa dei conti è arrivata: percorso, altimetria e favoriti della quindicesima tappa

AFP/LaPresse

Tappa fondamentale quella in programma oggi alla Vuelta di Spagna, salite durissime che potrebbero rivoluzionare la classifica generale

Archiviato il doppio colpo di ieri, con Simon Yates riuscito a prendersi in un colpo solo la 14ª tappa e la maglia rossa della Vuelta 2018, oggi è tempo di concentrarsi sulla frazione numero 15 della corsa spagnola, quella che va da Ribera de Arriba a Lagos de Covadonga di 178,2 chilometri.

nairo quintana

AFP/LaPresse

Come negli ultimi due giorni, saranno gli scalatori i protagonisti che dovranno affrontare salite diverse e particolari che potrebbero rivoluzionare la classifica generale. Si parte con un primo sali-scendi, nonostante l’unico GPM dei primi 90 km sarà l’Alto de Santo Emiliano (6,1 km al 4,7%, 3a cat.) dopo 20 chilometri, piuttosto semplice per i big. Le prime difficoltà arriveranno con il Mirador del Fito (7,1 km al 7,7%, 1a cat.), dove qualcuno potrebbe pagare dazio. Percorsi poi altri 37 km, la salita verrà affrontata nuovamente, dando la possibilità a qualcuno di tentare la prima fuga, mancando 40 km al traguardo. Nel finale dovrebbe avvenire la resa dei conti sul famoso Lagos de Covadonga, una salita durissima con pendenze del 10%. Tre i principali favoriti per la vittoria di oggi, si tratta di Nairo Quintana (Movistar), Simon Yates (Mitchelton-Scott) e Miguel Ángel López (Astana) che si daranno battaglia per dimostrare la propria superiorità in questa Vuelta 2018. Occhio però agli altri pezzi da novanta di questa corsa a tappe come  Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo), Alejandro Valverde (Movistar), Enric Mas (Quick-Step Floors), Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) e Rigoberto Uran: gente che potrebbe davvero sparigliare le carte in tavola.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery