Ventura vuole una panchina: “anche in B, basta che alleni”

Ventura LaPresse/Spada

Gian Piero Ventura dopo lo storico flop con la Nazionale italiana, si è detto pronto a tornare in pista, attende solo l’offerta giusta per allenare

“E’ stata una estate lunga, era da molto che non mi succedeva. E’ una esperienza nuova che mi ha dato la possibilità per riflettere, rigenerarmi e ricreare l’adrenalina necessaria per riprendere. Ho voglia di dare risposte sul campo e sento la necessità interiore di farlo, ho un desiderio feroce”. Sono le parole dell’ex ct della Nazionale, Gian Piero Ventura, che dopo la delusione per la qualificazione ai mondiali mancata dall’Italia è pronto a ripartire. “Ho ricevuto una offerta concreta da una squadra di A ma ci siamo dovuti fermare perché non c’era una condivisione di programmi -spiega il mister ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1-. Parto dal presupposto che per fare una cosa si deve avere la convinzione di fare la cosa una giusta. La Svezia? E’ difficile smaltire perché quanto successo è qualcosa di epocale ma per me è un capitolo chiuso: ho voglia appena possibile di aprirne uno nuovo”. “Non posso pensare che 32 anni di calcio siano cancellati, vorrei riprendere da dove ho interrotto -spiega Ventura-. Ripartire dalla B? Ho voglia di dare risposte e fare calcio a prescindere, è evidente che a livello di Serie B se ci fosse la possibilità di fare calcio non ne farei una questione di categoria”. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery