Vela, Villasimius torna ad ospitare per il secondo anno consecutivo il GC32 Racing Tour

Marseille One Design i GC32 Foto: Gilles Martin-Raget / GC32 Racing Tour

Il GC32 Racing Tour torna a Villasimius dopo l’esperienza della scorsa stagione, un luogo ricco di significato per gli appassionati di vela

Per il secondo anno consecutivo, il GC32 Racing Tour visiterà una delle destinazioni più affascinanti per la vela dell’intero Mediterraneo: Villasimius, nel sud della Sardegna, che viene considerata come la Polinesia del Mare Nostrum.

Per gli appassionati di vela è un luogo ricco di significato dato che dall’inizio della sfida alla 36 Coppa America, i team italiano di Luna Rossa ha stabilito la sua base per lo sviluppo delle nuove barche foiling proprio in Sardegna, a Cagliari, ossia poco a più di 40 chilometri di distanza.

E la Coppa America sarà presente anche alla GC32 Villasimius Cup, con due equipaggi che si daranno battaglia dal 12 al 16 settembre prossimi. NORAUTO powered by Team France, con il plurititolato skipper e vincitore della Volvo Ocean Race francese Franck Cammas, che si è aggiudicato i primi due eventi del GC32 Racing Tour, ed è gin to secondo alla Copa del Rey MAPFRE di Palma di Maiorca. Risultati che lo pongono al vertice della classifica generale provvisoria, benché nell’appuntamento spagnolo la vittoria sia andata agli inglesi di INEOS Team UK, l’altro equipaggio di Coppa attivo sul circuito. Se a Palma, nell’ambito della rotazione del team, lo skipper Sir Ben Ainslie abbia lasciato il timone nelle mani di Leigh McMillan, ritornerà alla guida del suo team a Villasimius..
Per Ainslie, che è il velista di maggior successo nella storia dei Giochi Olimpici, si tratterà di un debutto nelle acque di Villasimius, sebbene abbia navigato molte volte a Porto Cervo: “Spero avremo vento, ho proprio voglia di tornare nel circuito. L’evento di Lagos in Portogallo è stata la prima regata per me e i ragazzi ed è stato  bello salire sul podio. Poi Leigh e il team hanno fatto benissimo a Palma, ora dobbiamo solo usare ciò che abbaiamo imparato nel prossimo evento.”
Oltre a Ben Ainslie, a bordo ci sarà anche Luke Parkinson, che ha da poco concluso la Volvo Ocean Race a bordo di Team Sun Hun Kai/Scallywag, che prenderà il posto di Giles Scott, la medaglia d’oro olimpica dei Finn.
Di ritorno per difendere il titolo conquistato lo scorso anno alla GC32 Villasimius Cup c’è Jason Carroll’s Argo, che attualmente guida la speciale classifica Owner-Driver del GC32 Racing Tour. “Villasimius è un luogo meraviglioso ed esattamente quello che cerchiamo per le nostre regate. Non c’è traffico, ma c’è vento e un po’ di onda per rendere il tutto più interessante ma non pericoloso.” Ha commentato il randista Anthony Kotoun. “Ci siamo divertiti a Villasimius e il campo di regata offre un ampia gamma di condizioni sia nella zona di mare aperto e oltre la punta, dove c’è mare più piatto e il vento più incostante, che rende tutto più divertente.”

L’evento dello scorso anno è il solo che il team americano si è aggiudicato finora. “Era la prima regata dove andavamo forte, belle partenze, buona velocità e ottime manovre e tattica.” Ha spiegato ancora Kotoun, aggiungendo che il suo team ama molto visitare località diverse. Lo scorso anno il circuito ha corso per la prima volta a Villasimius, un luogo che i locali descrivono come la Polinesia del Mediterrano e che fino a quel momento non aveva mai ospitato eventi sportivi di caratura internazionale.

Fabrizio Atzori, Direttore dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara ha spiegato che: “Sebbene ci siano regole per proteggere l’ambiente marino e costiero, la nostra Area Marina Protetta può accogliere eventi sportivi e il GC32 Racing Tour è un circuito attrattivo per molti sportivi, giovani e meno giovani. La vela è uno sport che permette di competere pur essendo rispettosi dell’ambiente, in uno scenario spettacolare.”
La flotta che si darà battaglia in Sardegna arriva da ogni angolo del mondo, un team da seguire con interesse è lo svizzero Realteam, dello skipper Jérôme Clerc, campione nel 2017 del GC32 Racing Tour. Dalla Francia arrivano Erik Maris e Zoulou, che solitamente sono il team da battere nell’ANONIMO Speed Challenge – la prova di velocità in linea su due lati al lasco. Dalla lontana Nuova Zelanda arriva Simon Hull e il suo Frank Racing team, che ha debuttato quest’anno nel GC32 Racing Tour e ha conquistato la vittoria Owner-Driver a Lagos, mentre il Sudamerica è rappresentato dall’argentino Federico Ferioli su Código Rojo Racing, che  sta mostrando progressi continui.
Un gruppo di velisti e skipper molto forti, che verranno accolti dalla sezione locale di Villasimius della Lega Navale Italiana, il cui presidente Sergio Ghiani ha detto: “Siamo felici di ospitare il GC32 Racing Tour con i suoi campioni, che sono ispirazione per noi e per gli allievi della nostra scuola vela. Sarà un bell’evento ,che mostrerà al mondo che qui è possibile avere condizioni ideali, con vento e uno scenario unico.”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery