Un Capitano – Totti e il mistero delle ragazze in hotel: “Capello ci perquisì la camera, era furioso perchè…”

totti AFP PHOTO / Fabrice COFFRINI

Estratto molto divertente contenuto in ‘Un Capitano’, autobiografia di Francesco Totti: l’ex capitano della Roma racconta di quando Capello entrò in camera per vedere se i calciatori nascondessero delle ragazze

Presentata nella notte di ieri, quella del suo compleanno, nello splendido scenario del Colosseo, l’autobiografia di Francesco Totti, ‘Un Capitano’, ha già conquistato tutti con degli estratti diventati virali in poco tempo. Uno in particolare, con dei contorni alquanto ‘hot’, ha attirato la attenzione dei fan. Totti racconta di quando Fabio Capello, all’epoca allenatore della Roma, entrò nella sua stanza d’hotel per controllare se non avesse nascosto la presenza di alcune ragazze, con le quali passare una notte brava: “sono in camera con Alessandro Rinaldi, a un certo punto sento bussare la porta. Apro e trovo Tempestilli, non faccio in tempo a chiedergli cosa sia successo che Capello sbuca da dietro ed entra in camera furente. ‘Dove sono? Dove sono le ragazze?’. ‘Mister, ma che dice? Non c’è nessuna ragazza…’. ‘Invece sì, ne sono certo’. La perquisizione non può essere lunga, Capello apre armadio, controlla il vano della doccia, guarda persino sotto al letto. Niente. Io provo a scherzare: ‘l’unica è che se so’ buttate de sotto’. Ma lui si arrabbia ancora di più. Esce convinto di essere stato ingannato“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery