Golf, Ryder Cup: torna Tiger Woods dopo sei anni, convocato dal capitano Furyk

Tiger Woods LaPresse/PA

La Ryder Cup di golf è alle porte e Tiger Woods sarà ai nastri di partenza dopo sei anni d’assenza dal torneo

Lo statunitense Tiger Woods è stato convocato per la squadra Ryder Cup americana per la prima volta dopo sei anni. Il capitano Jim Furyk ha chiamato il vincitore del 14 “major” insieme a Phil Mickelson e Bryson DeChambeau per l’evento che si terrà a Parigi dal 28 al 30 settembre. Woods, che sta tornando al suo miglior livello dopo diverse operazioni alla schiena, giocherà il torneo per la prima volta dal 2012 e per l’ottava volta nella sua carriera. L’ex numero uno del mondo è stato scelto da Furyk dopo le sue grandi esibizioni al British Open e al PGA Championship, dove è andato vicino a vincere di nuovo un “major”. La presenza nel tradizionale torneo dove si affronta il team degli Stati Uniti con quello dell’Europa è la coronazione di un magnifico ritorno del giocatore di 42 anni dopo un lungo periodo di incertezza. Nel duello che si terrà nella campo de Le Golf National di Parigi, gli Stati Uniti cercheranno di difendere il titolo per la prima volta dal 1993. In quella occasione è stata anche l’ultima in cui gli americani hanno vinto sul suolo europeo. Mickelson giocherà il torneo per la dodicesima volta nella sua carriera e il giovane DeChambeau farà il suo debutto. La quarta convocazione di Furyk sarà annunciata lunedì, ha spiegato il capitano in una conferenza stampa a Filadelfia.

La squadra di 12 giocatori è quindi quasi completata, con otto golfisti che hanno ottenuto la loro qualificazione automatica grazie ai loro risultati. Tra loro ci sono i vincitori di tre dei quattro “major” della stagione, Brooks Koepka (Us Open e PGA Championships) e Patrick Reed (Masters), così come Dustin Johnson, il numero uno del mondo. Sanno cosa vuol dire vincere un “major” giocatori come Justin Thomas, Bubba Watson, Webb Simpson e Jordan Spieth. Il team Usa è completato da Rickie Fowler. L’Europa sarà rappresentata da Tommy Fleetwood, Tyrrell Hatton, Rory McIlroy, Francesco Molinari, Alex Noren, Thorbjorn Olesen, Jon Rahm e Justin Rose, per quanto riguarda gli otto qualificati automaticamente. Il capitano Thomas Bjorn nominerà le sue quattro ‘wild’ mercoledì. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery