Superbike – Prove libere Magny Cours: Ducati nella top ten con Davies e Melandri

Costanza Benvenuti/LaPresse

Il team Aruba.it Racing – Ducati in pista a Magny Cours: Davies 7º e Melandri 8º nelle prove libere

Il team Aruba.it Racing – Ducati è tornato in azione a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, per affrontare l’ultima tappa europea in calendario. In condizioni meteo soleggiate con temperature miti, i piloti hanno portato avanti il lavoro in vista delle gare mostrando progressi costanti. All’interno di una classifica particolarmente corta, con i primi undici piloti racchiusi in sei decimi, Chaz Davies e Marco Melandri hanno siglato rispettivamente il settimo e ottavo tempo, separati tra loro da soli 4 millesimi.

Davies, ancora alle prese con i postumi di un duplice infortunio alla spalla destra, ha limato circa sette decimi nell’arco della giornata. Melandri ha subito mostrato una buona intesa con il tracciato dopo non aver potuto disputare la FP1 a causa di un problema tecnico, guadagnando anche lui l’accesso diretto alla Superpole 2.

Michael Ruben Rinaldi si è poi messo in evidenza con l’Aruba.it Racing – Junior Team, chiudendo al sesto posto assoluto, con un tempo identico a quello di Davies, e primo tra i piloti “Indipendenti”. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista sabato 29 settembre alle 08:45 (CET) per la quarta ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e Gara 1, con partenza fissata per le ore 13:00 locali.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 1’37.710 (7º)
“Come in Portogallo, abbiamo adottato un approccio progressivo, cercando di migliorarci gradualmente. Sul finale ho spinto un po’ di più e la moto ha risposto positivamente. La priorità era di entrare direttamente in Superpole 2, e ci siamo riusciti. Ora dobbiamo solo migliorare ancora un po’ il setup. La spalla è in condizioni migliori, e l’adrenalina della gara senz’altro ci aiuterà. Se riusciremo a migliorare sotto alcuni aspetti, potremo fare una bella gara. In generale, sono abbastanza ottimista e fiducioso per domani“.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 1’37.714 (8º)
“Tutto sommato, possiamo essere abbastanza contenti. Abbiamo lavorato a lungo sul passo di gara, soprattutto in funzione dei primi giri, che saranno cruciali, quindi credo che ci resti un buon margine di miglioramento sul giro secco. Non siamo riusciti a sfruttare al meglio la gomma nuova in FP3, perché abbiamo provato una modifica che non si è rivelata azzeccata e sul finale non ne abbiamo utilizzata un’altra. Al momento Rea resta il riferimento, ma se riusciremo ad essere più costanti in frenata potremo dire la nostra”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 1’37.710 (6º)
“Sono molto contento del lavoro fatto oggi con la squadra, è stata senza dubbio una giornata positiva per noi. Chiudere al sesto posto, non lontani dai primi, è un risultato che ci lascia ben sperare. Non poter disputare la FP2 a causa di un problema tecnico ha un po’ complicato il programma, ma abbiamo reagito bene e siamo rimasti concentrati, migliorando sensibilmente in FP3. Ad ogni modo dobbiamo ancora fare passi avanti sul ritmo di gara perché siamo in tanti piloti racchiusi in pochi decimi. Faremo alcune modifiche e vedremo il nostro livello in FP4″.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery