Short Track, gli azzurri al lavoro in Valle d’Aosta: la Coppa Courmayeur primo obiettivo stagionale

Olimpiadi invernali 2018 Marco Alpozzi/LaPresse

Gli azzurri al lavoro al centro tecnico federale in Valle d’Aosta guidati dai due nuovi commissari tecnici. A fine mese in programma la competizione che aprirà la stagione 2018-19

Al termine di uno straordinario quadriennio culminato con le tre medaglie di Pyeongchang 2018 – l’oro sui 500 e il bronzo sui 1000 metri di Arianna Fontana in aggiunta all’argento della staffetta femminile -, l’Italia dello short track si avvicina alla prima competizione di questa stagione post olimpica. Già in raduno da un mese, gli azzurri si sono ritrovati oggi al centro tecnico federale di Courmayeur per gli ultimi giorni di lavoro in vista proprio della Coppa Courmayeur, l’appuntamento che il 29 e 30 settembre aprirà ufficialmente la nuova annata e a cui faranno seguito, nei mesi autunnali, le prime tappe stagionali di Coppa del Mondo.

L’Italia inaugura il percorso che la porterà fino al traguardo a cinque cerchi di Pechino 2022 con uno staff tecnico rinnovato. Il c.t. Kenan Gouadec, dopo sette anni alla guida della Nazionale – i primi tre da vice del connazionale canadese Eric Bedard e gli ultimi quattro in autonomia -, resta in veste di supervisore mentre la squadra sarà guidata quotidianamente dal bulgaro Assen Pandov e dall’americano Anthony Bartell. Pandov, che già faceva parte dello staff tecnico azzurro, avrà un focus particolare sulla squadra maschile, Barthell invece – dal 2014 al 2016 alla guida della nazionale australiana e negli ultimi due anni allenatore di quella americana che ha guidato anche nei recenti Giochi Olimpici di Pyeongchang 2018 – su quella femminile. La guida tecnica della nazionale italiana, pur con due coach, sarà in ogni caso condivisa ed entrambe le formazioni si alleneranno sempre insieme nel corso dei raduni e in vista delle competizioni; nell’ottica e nell’intento della Fisg, tuttavia, la diversificazione delle figure all’interno dello staff tecnico servirà a fornire maggior supporto agli atleti focalizzando il lavoro degli allenatori in maniera ancor più specifica ed individuale, permettendo loro di lavorare sui più piccoli dettagli che possano aiutare l’Italia a mantenere e migliorare il livello di competitività sino ad oggi raggiunto.

Questi, intanto, gli atleti convocati per il raduno di Courmayeur: Mattia Antonioli (Esercito), Nicole Botter Gomez (C.P. Pinè), Andrea Cassinelli (Velocisti Ghiaccio Torino), Yuri Confortola (C.S. Carabinieri), Augusto Duzioni (Sport Evolution Skating), Marco Giordano (C.S. Esercito), Milan Grugni (Sport Evolution Skating), Cecilia Maffei (Fiamme Azzurre), Pietro Marinelli (Bormio Ghiaccio), Cynthia Mascitto (Skating Club Courmayeur), Lorenzo Morrone (Velocisti Ghiaccio Torino), Arianna Sighel (Sporting Club Pergine), Arianna Valcepina (Fiamme Gialle), Martina Valcepina (Fiamme Gialle), Davide Viscardi (C.S. Esercito), Elena Viviani (Fiamme Gialle).

Arianna Fontana svolgerà nei prossimi mesi il lavoro di preparazione e di allenamento negli Stati Uniti, non prendendo così parte alle prime tappe di Coppa del Mondo. La stessa rientrerà poi in Italia a inizio gennaio.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery