Red Bull Cliff Diving World Series – In Bosnia-Erzegovina la penultima tappa della stagione

Giorgia Desimini

I tuffi dai 27 metri tornano sabato 8 settembre in Bosnia-Erzegovina per la penultima tappa della stagione prima della finalissima in Puglia. De Rose determinato confermare l’ottimo risultato ottenuto a Copenaghen

Il ritorno in piena forma di Gary Hunt, tre diverse vincitrici per ogni tappa della Women’s World Series e una wildcard tra le donne che ha sorpreso tutti con performance inaspettate: la corsa al titolo di Campione e Campionessa mondiali della Red Bull Cliff Diving World Series 2018 è ancora tutta da scrivere e si deciderà solo nel Gran Finale di Polignano a Mare del 23 settembre.

Giorgia Desimini

A delineare le sorti dei 24 atleti e atlete più coraggiosi del mondo sarà la penultima tappa della stagione, in programma sabato 8 settembre a Mostar in Bosnia-Erzegovina: l’élite mondiale del Cliff Diving tornerà a tuffarsi nelle acque gelide del fiume Neretva dallo Stari Most, storico ponte patrimonio dell’UNESCO icona della ricostruzione dopo la guerra degli Anni ’90 e oggi anche simbolo dell’high diving. Monstar infatti non solo è una delle tappe tradizionali del circuito della World Series che accoglie i cliff diver sempre con grandissimo calore, ma è una città i cui abitanti considerano tuffarsi dal ponte una vera e propria prova di maturità per i giovani che si affacciano all’età adulta.

Per la categoria maschile, sarà in gara anche l’italiano Alessandro De Rose, reduce da un’ottima performance nella tappa danese dove ha sfiorato il 3° posto: “A Copenaghen ho battuto il mio record personale di punti: adesso voglio confermare il risultato e migliorare ancora per scalare posizioni in classifica. E magari salire finalmente sul podio!”

Giorgia Desimini

Per non perdere una delle tappe fondamentali della stagione, sabato 8 sarà possibile seguire la diretta streaming a partire dalle ore 13.15 (ora italiana) sul sito www.redbullcliffdiving.com, su Red Bull TV*, sulla pagina Facebook del Red Bull Cliff Diving e su YouTube. Dopo la seconda vittoria consecutiva in questa stagione, il sei volte campione mondiale Gary Hunt, tornato in gran forma dopo un periodo di crisi, è determinato a conquistare nuovamente il gradino più alto del podio e a replicare la vittoria ottenuta a Monstar nel 2017: una vera impresa, considerando che questa tappa, nelle cinque edizioni di World Series ospitate, ha incoronato un vincitore sempre diverso.

A competere per il primato con il Brilliant Brit, l’americano Steven LoBue: a Copenaghen i due atleti si sono contesi il primo posto in un’accesa sfida all’ultimo tuffo e hanno infranto ogni record, ottenendo quattro 10 dalla Giuria, a conferma della crescente complessità della disciplina. In corsa per la vittoria anche il messicano Jonathan Paredes, deciso a non farsi staccare in classifica dalle due teste di serie. Per la categoria femminile, la Women’s World Series 2018 si è rivelata una delle stagioni più imprevedibili di sempre, con tre diverse vincitrici in ciascuna tappa ad oggi disputata: Adriana Jimenez,  Rhiannan Iffland e Lysanne Richard si preparano per una gara che si preannuncia serratissima, con la sorprendente wildcard inglese Jessica Macaulay decisa a salire per la terza volta in quattro tappe sul podio e confermarsi tra le favorite al titolo.

La Red Bull Cliff Diving World Series 2018 ha visto aumentare sempre più il coefficiente di difficoltà dei tuffi presentati in gara, ma soprattutto tappa dopo tappa ha visto crescere il talento degli atleti, con cinque nuove wildcard entrate a pieno titolo nell’élite dei cliff diver più coraggiosi del mondo.

Chi farà lo scatto in avanti decisivo nella semifinale della Red Bull Cliff Diving World Series 2018?

Wildcard in gara a Mostar
Uomini: Catalin Preda (ROU), Owen Weymouth (GBR), Nathan Jimerson (USA), Matthias Appenzeller (SUI)
Donne: Celia Fernandez (ESP), Jessica Macaulay (GBR), Iris Schmidbauer (GER), Katy Etterman (USA),
Xantheia Pennisi (AUS).
CLASSIFICA GENERALE
UOMINI (dopo 5 tappe su 7)
1- Steven LoBue USA – 700pts
2- Gary Hunt GBR – 610
3- Jonathan Paredes MEX – 550
4- Andy Jones USA – 440
5- Michal Navratil CZE – 410
6- Kris Kolanus POL – 400
7- Blake Aldridge GBR – 368
8- Alessandro De Rose ITA – 339
9- David Colturi USA – 330
10- Sergio Guzman (W) MEX – 240
DONNE (dopo 3 tappe su 5)
1- Rhiannan Iffland AUS – 470pts
2- Adriana Jimenez MEX – 450
3- Lysanne Richard CAN – 420
4- Jessica Macaulay (W) GBR – 380
5- Yana Nestsiarava BLR – 290
6- Anna Bader GER – 220
7- Ginger Huber USA– 190
8- Antonina Vyshyvanova (W) UKR – 120
9- Jacqueline Valente (W) BRA – 80
10- Eleanor Townsend Smart (W) USA – 70

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery