Ray Allen nella Hall of Fame, ma senza i complimenti degli ex Celtics! L’appello di Doc Rivers: “celebratelo perché…”

Gary Coronado

Ray Allen verrà introdotto nella Hall of Fame NBA nella giornata di venerdì. ‘Candyman’ non si aspetta alcun complimento dagli ex compagni dei Boston Celtics, ma Doc Rivers chiede a gran voce una reunion

Venerdì, Ray Allen riceverà l’ennesimo riconoscimento ad una straordinaria carriera: l’introduzione nella Hall of Fame NBA. A festeggiare il traguardo raggiunto da ‘Candyman’ però non ci saranno i suoi vecchi compagni dei Boston Celtics, con i quali i rapporti sono ancora molto tesi. Il motivo? L’addio a Boston per unirsi ai rivali dei Miami Heat, con i quali vinse anche un anello. Interrogato sulla possibilità che Garnett e Rondo, i due Celtics più ‘ostici’ nei suoi confronti, si complimentino con lui, Allen ha risposto: “no, non me lo aspetto”. Più facile invece un messaggio da Pierce: “ho parlato con Paul Pierce un anno fa, e ritengo che oggi la faccenda sia sistemata. Sono state fatte così tante cose per la mia decisione, ed erano arrabbiati con me perché sono partito per Miami, ma non cambierà mai quello che è successo tra noi nel 2008”.

L’allenatore di quei Celtics, Doc Rivers, ha chiesto a gran voce il ‘perdono’ di Allen e la reunion dello storico team: “penso che dovrebbe essere celebrato, penso che dovrebbe essere celebrato a Boston, è responsabile di quel banner e se avessi un desiderio, vorrei poter fare un lavoro migliore per rimettere insieme quel gruppo. Sono riuscito a riunirne la maggior parte, ma non riesco a mettere insieme tutto il gruppo, dovrebbe farlo loro perché erano così uniti, e mi fa davvero male vedere cosa sta succedendo”.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery