NBA – Kevin Garnett vittima di un’incredibile frode fiscale: 77 milioni di dollari sottratti dall’ex contabile

LaPresse

Kevin Garnett sta portando avanti una causa milionaria contro un suo ex contabile e la sua impresa: l’ex Celtics ha accusato l’uomo di avergli sottratto 77 milioni di dollari

Guai finanziari per Kevin Garnett! ‘The Big Ticket’, ex stella dei Boston Celtics che in carriera ha guadagnato oltre 300 milioni soltanto dai contratti con le franchigie con le quali ha giocato,  è rimasto vittima di un’incredibile frode fiscale. O almeno è quanto viene sostenuto dalla causa portata avanti da Garnett e dai suoi avvocati, contro l’ex contabile del giocatore, Michael Wertheim, e l’impresa per cui lavorava, la Welenken. Il contabile avrebbe sottratto ben 77 milioni di dollari dali conti del giocatore. Nel documento presentato alla U.S. Distric Court di Minneapolis si può leggere: “Wertheim era al corrente del fatto che Banks si stesse appropriando di diversi milioni di dollari nei confronti di Garnett, ma nonostante questo non ha fatto nulla al riguardo. Banks ha intenzionalmente sottratto guadagni e valori a Garnett per diversi anni, proprio quelli durante i quali Welenken e Wertheim sono stati al servizio del giocatore per i suoi servizi economici e finanziari”. Non è la prima volta che Wertheim finisce nei guai con una stella NBA: il contabile lo scorso anno è stato condannato a 4 anni di prigione per frode fiscale ai danni di Tim Duncan, ex stella dei San Antonio Spurs.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery