NBA – La strana ammissione di Porzingis che preoccupa i Knicks: “infortunio? Non esistono tempi di recupero”

New York Knicks Porzingis LaPresse/Reuters

Kristaps Porzingis ha rilasciato delle particolari dichiarazioni in merito al suo infortunio, spiegando che, dopo 7 mesi di stop, non è ancora in grado di sapere la data certa del suo rientro

Lo scorso febbraio, Kristaps Porzingis si è infortunato al legamento crociato sinistro, durante una partita contro i Milwaukee Bucks. Il lungo lettone è stato costretto a saltare tutta la restante parte di stagione e si trova tutt’ora alle prese con una lunga riabilitazione. Durante il medai day dei Knicks, pur apparendo abbastanza sereno e voglioso di tornare, Porzingis ha spiegato che non esiste una vera e propria data certa per il suo ritorno in quanto, per un giocatore con il suo fisico, è complicato stabilire una tempistica veritiera: “abbiamo dovuto fare le cose in un modo diverso perché non esiste un vero e proprio protocollo per un ragazzo alto 2,20 metri. Non c’è una tabella di marcia per il mio tipo di corpo, la mia altezza e tutto il resto. Quindi abbiamo agito diversamente. Siamo stati molto cauti e conservativi, ma allo stesso tempo mi sto dando da fare lavorando, quindi penso che dobbiamo solo proseguire su questa direzione, continuare a fare progressi, e poi vedere quando sarà il momento giusto per il mio rientro. Sono già passati più di sette mesi, quindi ovviamente mi sento un po’ impaziente e desideroso di tornare sul parquet il più presto possibile. Ma non accadrà finché non sarò al 110% e libero da ogni restrizione medica”.

Valuta questo articolo

4.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery