Napoli, un passo alla volta! La difesa regge, Insigne stende la Fiorentina e cancella i (comprensibili) musi lunghi

Cafaro/LaPresse

Napoli che blinda la difesa e supera la Fiorentina grazie a due giocate dei singoli: 3 punti e testa della classifica per i partenopei, ma gli standard ‘da scudetto’ sono ancora ben lontani

Una settimana di sosta, per le Nazionali e per assimilare lo schiaffo subito fuori casa contro la Sampdoria, è quanto bastato al Napoli per tornare sulla ‘retta via’ che porta allo scudetto. Gli azzurri ripartono dal San Paolo, contro un’avversaria non di certo fra le più semplici, la Fiorentina di Chiesa e Simeone, un brutto cliente per qualsiasi formazione, particolarmente per chi, nelle prime 3 giornate, ha dato ben poche certezze.

Cafaro/LaPresse

Due vittorie contro Lazio e Milan arrivate in maniera alquanto rocambolesca, poi i 3 gol subiti dalla Sampdoria, avevano messo fatto storcere il naso ai tifosi. Se è vero che per dimenticarsi il ‘Sarrismo‘ ci vuole tempo, particolarmente adesso che finirà sui dizionari, ci vuole lo stesso tempo anche per imparere i dettami dell”Ancelottismo‘. Di tempo invece ne resta davvero poco per blindare la difesa, e in questo senso, la prima cleen sheet di Karnezis (portiere titolare?), nonchè la buona prova difensiva senza il lungodegente Ghoulam e l’assente Albiol, possono far ben sperare. Continua a non convincere invece il centrocampo, trainato da Allan che gioca per 3: il brasiliano è onnipresente nella sua metà campo, difende su ogni avversario e recupera centinaia di palloni, ma nella fase offensiva vengono fuori tutti i suoi limiti. Zielinski gioca ad intermittenza, ma quando si accende fa vedere lampi di talento. Hamsik appare, a nostro avviso, sempre più fuori contesto in cabina di regia.

Cafaro/LaPresse

Davanti Mertens e Callejon fanno fatica a mettersi in luce, mentre l’ingresso di Milik dà sempre nuova verve. È proprio una giocata del polacco a mandare in porta Insigne per il gol vittoria. Due giocate dei singoli e la difesa che regge l’urto di una Fiorentina con le polveri bagnate, bastano per conquistare 3 punti e la temporanea vetta della classifica, a pari punti con la Juventus, ma con una partita in più. Musi lunghi temporaneamente messi da parte, ma ancora il Napoli è ben lontano dagli standard richiesti per lo scudetto.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery