MotoGp, Jarvis ‘boccia’ la proposta di Valentino Rossi: divergenza di vedute in casa Yamaha

lin jarvis Alessandro La Rocca/LaPresse

Dopo la proposta di Valentino Rossi di rivoluzionare la struttura organizzativa della Yamaha, Lin Jarvis ha espresso il proprio punto di vista sulla vicenda

Valentino Rossi l’ha buttata lì, chiedendo una drastica rivoluzione dell’assetto organizzativo della Yamaha. Lin Jarvis però non è sembrato d’accordo con il pesarese, convinto che basti solo lavorare per ritornare ai fasti di un tempo, aggiungendoci investimenti importanti per ricucire il gap con Honda e Ducati.

valentino rossi yamaha

Alessandro La Rocca/LaPresse

Sono diverse dunque le vedute all’interno della Casa di Iwata, una situazione non proprio perfetta per cancellare un 2018 nerissimo: “stiamo lavorando per il 2019 e abbiamo già fatto ad Aragon un test per provare il nuovo motore e le modifiche sull’elettronica, perciò è difficile dire in quale momento preciso arriverà la versione definitiva della moto nuova” le parole di Jarvis a Sky Sport MotoGp. “Il prossimo test sarà dopo l’ultimo Gran Premio a Valencia e noi siamo ben consapevoli di non poter iniziare la prossima stagione in queste condizioni. Abbiamo davanti quattro-cinque mesi intensi per sviluppare bene la moto. La rivoluzione chiesta da Valentino? Io non posso dire se ci sia o meno la necessità di un cambio drastico come quello del 2004. Quattordici anni fa la situazione era completamente diversa, ma certamente ora si devono fare investimenti importanti perché abbiamo bisogno di gente nuova con idee nuove in grado di elevare il livello dei nostri ingegneri. Stiamo vivendo un momento di grave crisi”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery