MotoGp – Il realismo di Valentino Rossi è allarmante: un pizzico di ironia nello sfogo del Dottore ad Aragon

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi ed il catastrofico sabato di qualifiche del Gp di Aragon: le dure parole del Dottore non fanno ben sperare per il futuro del team

Dopo la domenica di gara di Misano la Yamaha non è più riuscita a trovare le sensazioni positive avute durante le prove libere del Gp di San Marino. Un weekend deludente, adesso ad Aragon, dove i due piloti del team di Iwata hanno dovuto disputare la Q1, questo pomeriggio, poichè non sono riusciti a piazzarsi tra i migliori 10 nelle combinate delle prove libere.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Maverick Vinales è riuscito a superare la Q1 e lottare con i migliori nella Q2, con scarsi risultati e una penalizzazione in griglia, Valentino Rossi invece non ha potuto far meglio dell’ottavo posto in Q1, e domani partirà dalla 17ª casella in griglia di partenza, dopo aver recuperato una posizione a causa della penalizzazione di Morbidelli.

‘stata una giornata molto difficile. Abbiamo provato a modificare molto la moto da ieri, ma stamattina sono stato molto lento, qua è molto difficile, poi sono anche scivolato. Prova dopo prova, modificando la moto da cima a fondo, non risolviamo i nostri problemi. Con questa moto, tutto il lavoro che possiamo fare ai box non aiuta. Cercheremo di modificare la moto in un’altra direzione per aggiungere alcuni punti. Questo è l’obiettivo, perché non penso che finiremo nella top ten, ha dichiarato Valentino Rossi a Motorsport.es.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Non sappiamo cosa succede. Non conosciamo il progetto futuro, non conosciamo i dettagli. È molto difficile lavorare così. Per il pilota, perché deve essere ispirato, ma anche per la squadra. Il problema è che devi lavorare di più e ottieni risultati peggioriLe fabbriche giapponesi non riportano molto di quello che stanno facendo. Non so quale sia il progetto (futuro), ma abbiamo avuto gli stessi problemi per molto tempo“, ha continuato il campione di Tavullia.

Nella nostra squadra, quello che succede nelle gare credo funzioni. Sia Galbusera che Forcada hanno molta esperienza. Il problema è l’hardware, quindi abbiamo bisogno di ulteriore aiuto dal Giappone. La motivazione? Cercherò di andare più veloce che posso in modo che questo finisca il prima possibile“, ha concluso.

 

Valuta questo articolo

4.5/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery