MotoGp – Dal ritiro al futuro incerto, a tutto Pedrosa: “non so cosa farò! Valentino? Cerca di allungare la sua leggenda”

AFP/LaPresse

A tutto Dani Pedrosa: dal ritiro al confronto tra Rossi e Marquez. Lo spagnolo della Honda si racconta alla vigilia del Gp di Aragon

Dani Pedrosa è al suo ultimo Gp di Aragon: un appuntamento speciale per lo spagnolo della Honda, che ha annunciato ormai da tempo il suo ritiro dalle gare al termine della stagione 2018 di MotoGp. Soddisfatto per la sua carriera, sempre rispettato e rispettoso, Pedrosa ha così spiegato l’amore dei tifosi nei suoi confronti: “ho sempre provato a fare lo sport in una maniera sempre professionista, con rispetto, cercando sempre dei valori, ho sempre provato di fare il massimo che potevo in ogni caso, a volte era tutto facile a volte con infortuni o difficoltà, è sempre un momento dove si vede il valore, le cose che sono importanti, normalmente in una strada piatta è facile andare, ma quando la strada si fa complicata è lì che devi essere te stesso“, ha dichiarato lo spagnolo ai microfoni Sky.

pedrosa

AFP/LaPresse

Stufo? Ovviamente la mia passione prima di tutto è correre in moto, dopo questo sport sta crescendo e abbiamo molti più tifosi che ci seguono in tutto il mondo, sono molto vicini con i social ed è una parte che si deve gestire, non è la mia preferita, che è guidare la moto, ho tanto sul cuore tutti i tifosi perchè sono state tante volte che mi sono fatto male che sono riuscito a tornare grazie al loro supporto. Questa è una cosa veramente bella del paddock. Stufo delle gare? No! Quello è quello che mi appassiona, la competizione è la cosa più importante, adesso solo il feeling è un po’ diverso da prima“, ha aggiunto Pedrosa che non si è sbilanciato troppo sul suo futuro:  “non lo so, in questo momento il futuro non è deciso, sono convinto in questo momento con la mia decisione, poi il futuro vedremo”.

dani pedrosa

/ AFP PHOTO / LLUIS GENE

Non poteva mancare una parentesi sul suo attuale compagno di squadra, Marc Marquez. “quello che ho visto di Marc è che lui è bravo a gestire tutte le gare dell’anno, hai sempre gare favorite e altre negative, lui gestisce molto  bene le gare che non sono favorite per lui, lì prende tanti punti, è un calcolatore, alla fine deve farlo, deve essere in pista forte nella pista che non è la tua, riesce a fare un podio o quarto o quinto, quando arriva la sua gara poi la vince”. Mentre sull’arrivo di Jorge Lorenzo al suo posto ha aggiunto: “ha fatto molto bene con la Ducati, è un buon pilota“.

dani pedrosa

AFP/LaPresse

Se Pedrosa si ritira a 32 anni, c’è chi, ben più ‘anziano’, sembra non avere intenzione di dire addio alle cose: “Valentino? Sicuro che lui sta cercando di vivere questa vita al massimo, fino a che può, i tifosi sono contenti per questo, quando vedi che la gente è contenta questo ti fa continuare, sta cercando di allungare la sua leggenda, e fare più importante la sua carriera“.

Valuta questo articolo

3.5/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery