MotoGp, Marquez si guarda intorno ad Aragon e teme le Ducati: “più forti e veloci di noi”

marc marquez AFP/LaPresse

Marc Marquez confessa le sue sensazioni dopo le seconde prove libere sul circuito di Aragon, il pilota spagnolo ed il suo pensiero sulle Ducati

La prima giornata di prove libere sul circuito di Aragon si è appena conclusa. Il pilota più veloce, nei tempi combinati delle Fp1 e Fp2, è risultato essere il ‘solito’ Marc Marquez, seguito dalle due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Dopo la giornata in pista ed in vista del quattordicesimo appuntamento del campionato mondiale di MotoGp Marc Marquez, leader indiscusso della classifica piloti, ha espressso le sue sensazioni ai microfoni di Sky MotoGp.

marc marquez

AFP/LaPresse

“Alla fine abbiamo usato la gomma morbida, con la gomma nuova si poteva fare un bel tempo e non volevo andare a dormire decimo. – ha detto lo spagnolo –  Per questo abbiamo usato quella gomma alla fine. Domani vediamo di decidere qual è la gomma migliore per la gara. Cambia tantissimo dal mattino al pomeriggio. Dalle Fp1 ho visto che le Ducati sono forti sia Lorenzo che Dovizioso, la gomma cola ma loro sono veloci, più veloci di noi. La gomma cala un po’ per tutti. Il cambio dalle Fp1 alle Fp2 ci ha fatto fare un piccolo step. È dura, non abbiamo fatto test qui. Dobbiamo lavorare quando la gomma cala e fare un altro piccolo step”. 

MotoGP, la conferenza piloti dal GP di Austria 2018

AFP/LaPresse

A Motorsport, Marc Marquez ha poi riferito: “sono stato dietro a Vinales e ho capito alcuni dei loro problemi, ma non ve li dirò. E’ strano quello che succede alla Yamaha. E’ difficile da capire, perché ci sono dei punti in cui vanno più forte di noi ed altri in cui perdono. Prima o poi troveranno la causa. E’ strano ciò che è accaduto a Zarco. Fa fatica sia sul giro secco che nei long run. Prima di Le Mans andava veramente forte, ma dopo che ha firmato con la KTM sembra soffrire, anche se non so dire perché”.

Se non vinco domenica, non succede nulla. Se potessimo avere il primo match point in Thailandia sarebbe fantastico, ma l’importante è vincere, non importa dove e quando. – ha concluso il sei volte campione del mondo – Nel pomeriggio abbiamo fatto un bel salto, ma ci aspettavamo che le Ducati fossero veloci, perché recentemente hanno fatto un test insieme alla Yamaha, quindi hanno più informazioni. Sarà importante scegliere le gomme giuste”.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery