MotoGp, Dovizioso spaventato da… Iannone: “ho avuto paura di Andrea. Marquez? Non avevo carte”

andrea dovizioso AFP/LaPresse

Il pilota della Ducati ha svelato di aver risposto sorpasso su sorpasso a Marquez per evitare di ingaggiare la battaglia con Iannone

Ad Aragon vince sempre Marc Marquez, ma che fatica avere ragione di un Andrea Dovizioso davvero duro a morire. Il pilota della Ducati guida per larghi tratti la gara spagnola, salvo venire attaccato nei giri finali dal campione del mondo che, dopo qualche giro di battaglia, si scrolla di dosso il forlivese andando a vincere con qualche decimo di vantaggio.

andrea dovizioso

Costanza Benvenuti/LaPresse

Soddisfatto comunque del suo risultato Dovizioso, convinto che non avrebbe potuto fare altrimenti al cospetto di Marquez: “non dimenticherò la lotta a 3 avvenuta nel finale, un cambio di posizioni in due curve con Iannone e Marquez davvero da matti. Grip ce n’era poco in pista, tutti quei movimenti sono stati abbastanza rischiosi. Al di là di questo, siamo arrivati qui talmente fiduciosi che sembrava che dovessimo dominare. Invece io voglio sottolineare il fatto che qui abbiamo sempre faticato e oggi ci siamo giocati la vittoria. Con Marquez però è complicato, di positivo mi prendo però anche il fatto che riusciamo a scoprire sempre cose nuove in gara che potremo utilizzare in futuro. E’ stata strana sta lotta perché avevamo due moto opposte, ma soprattutto in aggiunta c’era la gomma come differenza. Il mix di questi aspetti ci ha fatto girare piano, lui è bravo a cambiare direzione velocemente ma nella lotta curva per curva non avevo carte.

andrea iannone suzuki

Alessandro La Rocca/LaPresse

E’ stata dura, ho provato a superarlo negli ultimi due giri ma non mi ha dato la possibilità. Ci aspettavamo usasse la hard, ma credo che sia stato bravo a gestirla. Perché son rimasto davanti? Avevo paura di Iannone, quando inizia a sorpassarti è finita. Volevo stare davanti per questo motivo, ma non ci sono riuscito fino alla fine”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery