Mondiali volley 2018 – Settimo successo per l’Italia, le parole degli azzurri dopo la vittoria sull’Olanda

Piero Cruciatti/LaPresse

Randazzo e Candellaro commentano la vittoria ottenuta dall’Italia contro l’Olanda, la settima in questo strepitoso Mondiale

Davanti a un Forum di Assago ancora una volta stracolmo, 12785 spettatori e 255.676 euro di incasso, gli azzurri hanno chiuso la seconda fase del Mondiale, battendo 3-1 (16-25, 25-20, 27-25, 25-15) l’Olanda. Dopo sette partite nell’arco di due settimane, il commissario tecnico azzurro Gianlorenzo Blengini questa sera ha scelto di far riposare i giocatori più utilizzati, dando spazio a chi era sceso meno in campo. Ottime le risposte fornite dai suoi ragazzi, dopo un primo set complicato infatti l’Italia ha trovato il proprio ritmo e ha preso il comando del gioco. Il momento chiave è stato il terzo set, quando Baranowicz e compagni hanno dato vita a una lunga rimonta, chiusasi ai vantaggi.
Caricati dall’impresa, nel quarto parziale gli azzurri hanno chiuso i giochi, conquistando la settima vittoria nella rassegna iridata (22 p.).

Le parole degli azzurri:

LUIGI RANDAZZO: “Sono felice perché abbiamo dimostrato che a questo Mondiale ci siamo anche noi. All’inizio della partita siamo andati in difficoltà, però con il passare del gioco siamo cresciuti e abbiamo superato con merito l’Olanda. Giocare davanti a questa cornice di pubblico è stato bellissimo, anche nei momenti difficili i tifosi ci hanno sempre sostenuto. Adesso arriva la fase calda del torneo, ci si gioca tutto e sappiamo che non si possono commettere passi falsi“.

DAVIDE CANDELLARO: “Dopo un inizio difficile, con carattere siamo riusciti a venire fuori e migliorare dal punto di vista del gioco. In attacco ho un po’ faticato, però non mi sono demoralizzato e sono felice con il mio servizio di aver creato problemi agli olandesi. Da domani pensiamo a Torino, però prima c’è bisogna di qualche ora di relax per ricaricare le energie mentali“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery