Mondiali Ciclismo 2018 – Moscon tra soddisfazione e rimpianti: “mi è mancato proprio l’ultimo minuto di sforzo”

moscon

Gianni Moscon commenta la sua prestazione alla prova in linea elite dei Mondiali di Ciclismo 2018, l’azzurro è stato il migliore tra gli italiani in gara

Nell’ultima avvincente prova dei Mondiali di Ciclismo 2018, la vittoria è andata a Alejandro Valverde. Il ciclista spagnolo, favorito alla vigilia, ha trionfato nella prova in linea elite sul traguardo di Innsbruck, mettendo dietro in ordine Bardet, Woods e Doumoulin. Dopo tre mondiali consecutivi all’attivo, Peter Sagan è perciò stato costretto a cedere la corona di ‘campione del mondo’ al caparbio Valverde, che dopo i durissimi 253 chilometri di sali e scendi è giunto per primo sul traguardo.

Tra gli italiani, il primo in classifica è Gianni Moscon, che fino alla fine è riuscito a tenere il passo dei migliori. Il ciclista azzurro ha confidato ai giornalisti Rai subito dopo la gara: “ho fatto il possibile, tutta la Nazionale ha corso con il cuore. Nell’ultimo giro pensavo che sulla salita di Igls potesse sganciarsi un gruppo, per quello sono rimasto davanti, ma lì non c’era collaborazione”. 

“Ho provato a recuperare per l’ultimo strappo. – ha continuato Moscon – Ho tentato di gestirmi, mi è mancato proprio l’ultimo minuto di sforzo, le gambe non giravano più. La Vuelta sarebbe stata un bell’avvicinamento, le sensazioni erano comunque buone. Ero lì, mi è mancato qualcosa. Ha vinto Valverde che era il favorito della vigilia. È stata una bella prestazione, ma certo vincere è un’altra cosa”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery