Mondiali ciclismo 2018, Fabio Aru crede nella sua Italia: “gli scenari cambiano improvvisamente, saremo all’altezza”

fabio aru Foto Massimo Paolone - LaPresse

Il corridore sardo ha parlato in vista dei Mondiali di Innsbruck, sottolineando come la Nazionale Italiana sarà all’altezza

I Mondiali di Innsbruck si avvicinano, la Nazionale Italiana si prepara con voglia e determinazione ad un evento che non si può fallire. Le ferite della Vuelta stanno scomparendo, Fabio Aru sta tornando piano piano in condizione per provare a stupire tutti sul difficilissimo percorso austriaco.

fabio aru

Foto Marco Alpozzi – LaPresse

La fiducia c’è, lo sottolinea lo stesso corridore sardo prima di concentrarsi sul Memorial Pantani: “le ferite per la caduta alla Vuelta stanno guarendo. Ci tengo a ringraziare Cassani per le parole che ha detto, definendomi azzurro nell’anima. E’ proprio così. Ricordo benissimo la prima convocazione, Europei jr di cross in Svizzera nel 2008. Il Mondiale è lungo 260 chilometri e ci sarà modo per essere utile ai compagni. I risultati alla Vuelta non sono stati quelli desiderati per me. Anche Nibali, che ho sentito da poco, sperava in qualcosa di meglio. Ma lo scenario può cambiare improvvisamente. Moscon e De Marchi stanno molto bene. Vedrete, saremo all’altezza”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery