Mercato NBA – Il futuro di Kemba Walker: massimo salariale o voglia di rendere la sua carriera indimenticabile?

LaPresse/EFE

Kemba Walker sarà free agent la prossima estate: la stella degli Hornets vorrebbe restare, chiedendo il massimo salariale, ma a Charlotte le possibilità di vincere un anello sono davvero ridotte

La prossima estate scadrà l’ultimo dei 4 anni di contratto di Kemba Walker con i Charlotte Hornets. La stella della franchigia del North Caroline si troverà dunque di fronte ad un bivio: rinnovare, chiedendo il massimo salariale, oppure provare ad unirsi ad un team con un progetto più interessante, magari con obiettivo la vittoria dell’anello NBA. Per gli Hornets i 12 milioni percepiti attualmente dal loro playmaker sono un vero e proprio lusso. Il rinnovo, a cifre ben più alte, ne limiterà dunque gran parte delle possibili manovre e con esse, probabilmente, qualsiasi opportunità di costruire, con la free agency, un team in grado di diventare una contender per il titolo. Ai microfoni del Charlotte Observer, Walker ha comunque dichiarato di voler restare: “Charlotte è il posto in cui voglio stare. Non vorrei essere altrove. Voglio creare qualcosa di speciale qui a Charlotte, qualcosa che non abbiamo mai avuto finora nella NBA. Punto a fare qualcosa di concreto. È vero, non siamo stati un’organizzazione vincente nel corso degli anni, ma voglio provare a a vincere qui a Charlotte”. L’amore per la città viene prima degli obiettivi della propria carriera? L’ipotesi di tornare a New York, per altro sua città natale, ed unirsi all’interessante progetto Knicks resta ancora aperta.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery