Nazionale, Mancini annuncia: “col Portogallo ci saranno cambiamenti” e difende Balotelli a spada tratta

Mancini AFP PHOTO / Carlo BRESSAN

Roberto Mancini, Ct della Nazionale italiana, ha parlato in vista della gara contro il Portogallo privo di Cristiano Ronaldo

Il Ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Portogallo, in programma all’Estadio Da Luz di Lisbona domani sera. Il Ct ha annunciato qualche cambiamento nella formazione che affronterà i portoghesi privi di CR7: “Non so chi giocherà domani, la notte porta consigli. Ciro è qui… cambieremo qualche giocatore, c’è un viaggio di mezzo, non siamo al massimo della condizione. Critiche? Ognuno la vede come vuole, tutti hanno la propria visione. Non mi preoccupo più di tanto. Sono abbastanza cosciente che in una gara ci siano degli errori, ma anche cosa si può fare e se ci sono state cose più o meno buone. Non è una grande preoccupazione”.

mario balotelli

Foto Spada – LaPresse

Mancini ha difeso a spada tratta Mario Balotelli: “Uno può anche giocare male, quando entra in campo. Nessun calciatore della Nazionale deve avere qualcuno vicino perché non è riuscito a dare il 100%. Fanno parte di una gara. Quella con la Polonia era la prima ufficiale, ce ne saranno ancora tantissime. Troveremo la formula giusta, bisogna avere un po’ di pazienza, ma in Italia non esiste. Speriamo di trovarla in fretta. Gagliardini? Penso sia un ottimo giocatore, credo abbia delle qualità. Può migliorare e tornare a essere quello che era all’inizio all’Inter. Ho risposto che hanno giocato pochi italiani, alcuni mi hanno attaccato per questo. Per me ci sono giocatori bravi e che meritano di giocare, abbiamo questa difficoltà e dobbiamo trovare una soluzione. Ho chiamato anche ragazzi che non hanno giocato in Under21 proprio per conoscerli”. Infine Mancini ha difeso anche la sua scelta di giocare con un centrocampo a 3: “Io non sono così negativo come molti di voi hanno scritto e visto la partita, non penso così negativamente. Sono abbastanza positivo e onesto nel pensarlo, avessimo fatto tutto male sarei stato il primo a dirlo. Ci sono stati degli errori, penso sia normale. Che noi dobbiamo cercare di essere più propositivi è anche possibile, ma stiamo cercando di fare. Ci vorrà un po’ di tempo“. La lista dei convocati arriverà solo a mezzanotte.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery