L’ex Juventus Thuram contro Salvini: “mi vergognerei di lui se fossi italiano”

Lilian Thuram ha parlato della situazione politica in Italia attaccando duramente Matteo Salvini e le sue idee sull’immigrazione

Lilian Thuram è sempre stato attento alle questioni razziali. Intervistato da Famiglia Cristiana, l’ex calciatore della Juventus, ha tuonato contro le politiche di Matteo Salvini e non solo: “L’Italia di Salvini? Nel 2002 giocavo in Italia quando Jean Marie Le Pen arrivò al ballottaggio contro Chirac nelle elezioni presidenziali francesi. Io allora mi vergognai di essere francese. Mi dissi: come si può arrivare a questo? Oggi, se fossi italiano, proverei lo stesso sentimento. Troverei vergognoso vedere il mio paese rappresentato da un tale personaggio. Però non ci si deve fermare al sentimento della vergogna. Bisogna riflettere e impegnarsi per far cambiare le cose in maniera positiva”. 

Thuram ha parlato anche delle esternazioni di Tavecchio e del suo noto Optì Pobà: “Alcuni pensano che la nazionalità sia legata al colore della pelle. Capite che abbiamo ancora del lavoro educativo da fare. Tavecchio? In Francia o negli Usa non sarebbe diventato presidente. Bisogna crescere tutti insieme, questa è cultura”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery