LeBron James risponde alle provocazioni di Trump con classe: “è il Presidente USA e perde tempo a insultarmi”

LeBron James risponde agli attacchi di Donald Trump con classe: il ‘Re’ usa il sarcasmo e respinge le invettive del Presidente USA

LeBron James non è soltanto il miglior giocatore NBA attualmente in attività, ma è anche un’importante figura sociale, un’icona per la comunità afroamericana e a modo suo una personalità in grado di influenzare l’opinione pubblica. Il numero 23 dei Lakers prende seriamente il suo ruolo fuori dal campo, e non perde occasione per affrontare tematiche legate al sociale. Celebri i botta e risposta a distanza con Donald Trump che qualche mese fa lo definì ‘stupido’. Interrogato in una recente intervista dall’ Hollywood Report: “no, non mi ha dato fastidio, perchè non sono ‘stupido’. È come se qualcuno mi dicesse che non so giocare a basket. Non mi infastidisce affatto. Quello che mi secca è il fatto che lui abbia avuto il tempo di farlo. Ha il lavoro più potente del mondo. Cioè, ha davvero così tanto tempo da poter fare commenti su di me?”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery