Jelena Ostapenko senza filtri: “coaching? Inutile. Sfogo Serena Williams? Mi sono sentita male perché…”

AFP PHOTO / Ben STANSALL

Jelena Ostapenko ha voluto esprimere la sua opinione in merito alla questione coaching e allo sfogo di Serena Williams durante la finale femminile degli US Open

Dopo quanto accaduto durante la finale femminile fra Serena Williams e l’arbitro Albert Ramos, nel mondo del tennis WTA è esploso il ‘caso coaching’. È giusto che le tenniste possano o non possano parlare con gli allenatori a seconda delle situazioni? Va punita una giocatrice che osserva il coach mentre le dà un consiglio con un gesto dagli spalti, atteggiamento complicato da controllare e interpretare e che fanno praticamente tutti i coach? Difficile stabilire chi ha ragione e chi no. Quel che è certo è che la questione resterà aperta ancora per un po’ di tempo. Dal Korean Open di Seoul, Jelena Ostapenko ha risposto ad alcune domande dei giornalisti, comprese quelle relative al coaching e allo sfogo di Serena Williams: “non so se così è utile, perché nei Major non puoi sentirli gli allenatori. Non so se c’è un motivo per usarlo nel Tour WTA, visto che non puoi usarlo nei tornei del Grande Slam, dove devi giocare da sola. Penso che debbano fare lo stesso in tutti i tornei. Per me tutto dipende dalla situazione. A volte non penso di averne bisogno, anche se perdo un set so cosa devo fare o cambiare. Ma a volte è bello ascoltare un’altra opinione e sentire qualcosa che potrebbe cambiare la tattica di gioco. Caso Serena Williams-arbitro? Penso che in finale probabilmente entrambi hanno sbagliato. Se Serena avesse vinto, avrebbe fatto la storia. Per lei è stato un momento duro perché voleva davvero vincere il titolo. Forse il giudice di sedia non avrebbe dovuto toglierle il game, perché era una finale del Grande Slam, non un torneo minore. Stavo guardando la finale e mi sono sentita un po’ male per lei, perché non stava giocando il suo miglior tennis. Era molto emotiva in quel momento”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery