Inter-Fiorentina, Pioli punta il dito contro le decisioni arbitrali: “i miei difensori devono tagliarsi le mani?”

Pioli Pioli - Jennifer Lorenzini/LaPresse

Nel post partita di Inter-Fiorentina, l’allenatore viola, Stefano Pioli, si è lamentato delle decisioni arbitrali, analizzando alcuni episodi controversi che, a suo dire, hanno penalizzato i suoi ragazzi

Nonostante una grande prova della Fiorentina, al termine dei 90 minuti giocati ieri notte a San Siro è stata l’Inter ad avere l’ultima parola. I nerazzurri hanno raccolto 3 punti importanti in ottica Champions, battendo un’avversaria ostica e ben messa in campo. Sulla partita hanno pesato alcune decisioni arbitrali piuttosto controverse, specialmente in occasione del rigore che ha permesso all’Inter di passare in vantaggio nel primo tempo. Nel post partita, l’allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli, non ha risparmiato alcune critiche verso l’operato dell’arbitro che, a suo dire, ha influito molto sul risultato: “sono dispiaciuto perché abbiamo giocato una grande gara ma le decisioni arbitrali non sono state eque. Non posso dire ai miei difensori di tagliarsi le mani. Victor Hugo non fa nulla per toccare il pallone con la mano. Mentre andava rivisto il contatto tra Chiesa e Politano, che era in netto ritardo. Abbiamo reagito al loro vantaggio e nel secondo tempo abbiamo avuto la consapevolezza di poter ribaltare la partita. Non siamo stati precisi sotto porta, ma abbiamo giocato, volevo vedere una squadra diverso rispetto a Napoli, abbiamo giocato alla pari. Ma sotto il profilo delle decisioni non è stata la serata più fortunata per la Fiorentina. Dispiace molto per come è finita, dopo la prestazione di questa sera la Fiorentina meritava di uscire con un risultato diverso. Però ci sono molte più cose positive che negativa e su queste ultime lavoreremo“.

Valuta questo articolo

4.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery