Inter-Fiorentina, Asamoah duro contro Chiesa: “simulatore! Andava a terra ogni volta, ma non lo sfioravo”

LaPresse / PIZZOLI / AFP

Asamoah attacca Chiesa nel post partita di Inter-Fiorentina: il terzino ghanese punta il dito contro qualche simulazione di troppo dell’esterno viola

Ieri sera, Inter-Fiorentina ha aperto la giornata infrasettimanale di Serie A. I nerazzurri hanno conqusitato tre punti importantissimi per la corsa Champions, superando per 2-1 una Fiorentina davvero ostica. Il merito è anche di Federico Chiesa, vera e propria spina nel fianco della difesa nerazzurra, che ha anche propiziato l’autogol di Skriniar del momentaneo pareggio. Non solo talento, ma anche un po’ di malizia, stando almeno alle parole di Asamoah, diretto marcatore di Chiesa, che ai microfoni di Inter TV ha dichiarato: “sono contento di quello che sto facendo e di quello che sta facendo la squadra. Sono contento per tutto, che abbiamo trovato la strada giusta per vincere quasi tutte le partite. Lo so che mi mancano i gol, ma l’importante è vincere. So che più avanti il gol arriverà. Secondo me stiamo crescendo tanto, il campionato non è facile. Ci vuole gente di grande mentalità anche durante la partita. Può succedere che l’avversario fa gol, ma non si molla per novanta minuti. Questa mentalità di voler vincere è molto importante. Cerco di fare la mia partita al massimo, di aiutare la mia squadra. Ho giocato contro Chiesa tante volte, è un giocatore forte, ha gamba ed è intelligente. C’era un momento in cui non lo sopportavo più: tutte le volte andava giù senza che facessi nulla. Un giocatore interessante. Ero proprio pronto per questa sfida perché ci avevo giocato tante volte contro. Il pubblico è stato sempre fantastico, non molla mai fino alla fine. Ci vuole per noi e per tirare su questa squadra. Sono stati fantastici, lo stesso spirito lo portiamo nella prossima partita”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery