Golf – Abruzzo Open: l’Alps Tour al Miglianico Golf & Country Club

Ultima gara stagionale in programma nell’Italian Pro Tour Banca Generali Private, con un field di alta qualità. Domani, mercoledì 19 settembre, la Pro Am d’apertura

Il grande golf internazionale torna al Miglianico Golf & Country Club per la quinta edizione dell’Abruzzo Open, torneo in calendario nell’Alps Tour e ultima tappa del 2018 dell’Italian Pro Tour Banca Generali Private. La gara si svolgerà da giovedì 20 settembre fino a sabato 22 settembre. Giunto alla penultima tappa, prima del Grand Final, l’Alps Tour entra nella sua fase cruciale. La lotta al vertice dell’ordine di merito per garantirsi uno dei primi cinque posti che promuovono al Challenge Tour 2019 è, infatti, molto aperta. E anche attorno alla 50ª posizione, l’ultima che assicura la ‘carta’ per la prossima stagione, vi sono numerosi giocatori a caccia di punti preziosi per rimanere nel tour.

La Pro Am dell’Abruzzo Open – La competizione sarà anticipata mercoledì 19 settembre dalla Pro Am dell’Abruzzo Open. Scenderanno in campo 29 squadre composte da un professionista e da tre dilettanti che competeranno sulla distanza di 18 buche medal con formula “Tour Scramble – net aggregate team score in relation to par” and “Use your pro”. Per la classifica saranno conteggiati solamente birdie, eagle e albatross. Partenza shotgun (ossia tutte le compagini insieme dai diversi tee del tracciato) alle ore 11:30. Fra i professionisti che prenderanno parte alla Pro Am ci saranno: Andrea Saracino, Michele Cea, Federico Maccario, Santiago Tarrio, Alexandre Daydou e Marcus Mohr.

Il field – All’Abruzzo Open prendono parte 121 concorrenti provenienti da 14 nazioni. Gli italiani sul tee di partenza sono 64. Il field è di ottima qualità per la presenza di ben diciannove giocatori tra i primi venti dell’ordine di merito e otto vincitori stagionali nel tour. Difenderà il titolo l’azzurro Guido Migliozzi.

Formula e montepremi – L’Abruzzo Open si dipanerà sulla distanza di 54 buche (18 al giorno). Il taglio dopo 36 buche, lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto, dilettanti compresi. Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 euro.

Ingresso gratuito – Per tutta la durata della manifestazione, Pro Am compresa, l’ingresso per il pubblico sarà gratuito.

Gli sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto del title sponsor Banca Generali Private; del main sponsor BMW; degli Official Sponsor Casa Vinicola Errico, Cashback World. Official Supplier: Kappa, Frecciarossa, WindTre, Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale. Charity Partner: Fondazione Tommasino Bacciotti. Official Advisor: Infront.

Italian Pro Tour Banca Generali Private – Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022 – con la collaborazione di Infront Sport & Media, Official Advisor della FIG – la stagione dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali e internazionali della FIG, è caratterizzata da sette tornei. Dopo aver toccato in precedenza l’Emilia Romagna (Campionato Nazionale Open), il Friuli Venezia Giulia (Senior Italian Open by Villaverde H&R), la Lombardia (Memorial Giorgio Bordoni by AON), la Sardegna (Italian Challenge Open presented by Cashback World), il Piemonte (Des Iles Borromées Open presented by Cashback World) e la Valle d’Aosta (Cervino Open), l’Abruzzo Open sarà l’ultimo di sette tornei a dimostrazione che il cammino del golf italiano verso la Ryder Cup 2022 coinvolge tutta la nazione. L’Italian Pro Tour ha quale title sponsor Banca Generali Private.

Il percorso – Il percorso del Miglianico Golf & Country Club di 18 buche (par 71, 5878 metri) è disegnato tra numerosi ulivi secolari, fuori limite ed ostacoli d’acqua. Progettato da Ronald Kirby, uno dei più celebri architetti di campi da golf americani, il tracciato risulta impegnativo per i giocatori professionisti e divertente dai tees standard per gli amateurs.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery