Giuseppe Rossi positivo, parla l’agente Pastorello: “è un chiaro caso di contaminazione involontaria”

LaPresse/L.Bianchi

L’agente dell’attaccante è intervenuto sulla positività del proprio assistito, sottolineando come si tratti di contaminazione involontaria

Una notizia spiazzante, arrivata come un fulmine a ciel sereno. La positività di Giuseppe Rossi non ha sorpreso solo il diretto interessato, ma anche il suo agente Pastorello che, ai microfoni di Gianlucadimarzio.com ha provato a spiegare la situazione: “è un chiaro caso di contaminazione involontaria, alla quale non sappiamo dare una spiegazione. E’ indubbio che siano state rilevate minime tracce di dorzolamide nel suo corpo al controllo antidoping dopo Benevento-Genoa dello scorso campionato, ma anche che la settimana precedente in un ulteriore controllo casuale era risultato negativo. La sostanza non è di per sé dopante nè a quei quantitativi mascherante, parliamo di una presenza ai limiti della misurabilità. Dopo l’uscita della notizia abbiamo ricevuto attestati di solidarietà da moltissime persone che conoscono l’uomo e siamo stati contattati da un paio di persone che possono farci comprendere cosa sia accaduto“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery