Stagione da dimenticare per Muguruza, ma coach Sumyk non ha dubbi: “ecco come la farò tornare al top”

LaPresse / AFP PHOTO / Ben STANSALL

Anno orribile per Garbine Muguruza, fermata da infortuni e sconfitti: coach Sam Sumyk è però fiducioso nel ritorno al top della tennista spagnola

Anno 2018 da dimenticare per Garbine Muguruza. La tennista spagnola non è riuscita a difendere il titolo a Wimbledon, venendo eliminata prima di entrare nelle fasi più calde del torneo; è stata vittima di diversi infortuni che l’hanno costretta a molti forfait; e a causa dei troppi passi falsi nei tornei è stata costretta ad abbandonare la top 10 WTA. Il suo coach, Sam Sumyk, intervistato a LesSportsPlus, ha però espresso la convinzione di poter riuscire a riportare al top la tennista venezuelana, naturalizzata spagnola:

si cambia troppo spesso allenatore al giorno d’oggi. È importante invece incontrare la persona giusta e prendere atto che si dovranno attraversare momenti positivi e negativi, restando uniti. Oggi si ha la sensazione che siamo superflui, che quando le cose si mettono male l’unica soluzione è cacciarci. Viviamo in un’epoca in cui ci sono sempre meno allenatori veri nel circuito femminile. Gli amici e i padri delle giocatrici prendono le redini e ormai in poche hanno un coach vero e proprio.mÈ sempre difficile mantenere un rapporto allenatore-giocatrice, anche quando le cose vanno bene. Però è nelle situazioni difficili che si vede se il team è solido. È stato un anno brutto però lei deve superarlo, sono esperienze dalle quali deve arricchirsi. Sono convinto che le cose si rimetteranno bene, semplicemente non sappiamo quando accadrà. Torniamo alle basi, troviamo le risposte in noi stessi e cerchiamo di restare forti e uniti, estranei alle critiche. Resta un mese di tornei e vogliamo finire bene. Sappiamo di dover restare positivi, però lo diciamo talmente tante volte che perde di significato. L’importante è che passiamo in rassegna tutte le opzioni per tornare al meglio, e quando qualcosa girerà bene lei ritroverà fiducia. L’esempio di Tiger Woods o Novak Djokovic deve ispirarci perchè ci dice che i grandi campioni risorgono sempre. Garbine tornerà al suo miglior livello, vorrei che avvenisse quanto prima”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery