F1, l’ultimatum di Kubica: “se non sarò sulla griglia in Australia, mi dedicherò ad un’altra categoria”

kubica Photo4/LaPresse

Il polacco ha deciso di non proseguire la sua avventura in Formula 1 a meno che non diventi pilota titolare

Il ruolo di terzo pilota comincia a stare un po’ stretto a Robert Kubica che, in caso di mancata promozione in vista della prossima stagione, potrebbe decidere di abbandonare definitivamente la Formula 1.

PA/LaPresse

La Williams valuta la possibilità di dare un sedile al polacco, in virtù anche del passaggio di Stroll alla Force India, ma resta viva anche l’ipotesi di una coppia tutta russa con Markelov accanto a Sirotkin. Interrogato da Motorsport.com, Kubica ha espresso le sue sensazioni a riguardo: “ho speso molto tempo e fatto molti sforzi per avere una possibilità e la priorità sarebbe quella di essere sulla griglia di partenza in Australia, ma se questo non dovesse accadere, prenderei in considerazione un campionato diverso o un ruolo diverso. Come ho detto, ora sono concentrato sul tentativo di ottenere una possibilità. Quando non guidi una F1 per molto tempo, o lo fai ogni tre mesi come lo faccio io, è normale che devi passare attraverso diverse fasi per ritrovare il ritmo ed il feeling naturale, se prendi anche il miglior tennista del mondo e gli dici: ora ti fermi per sei anni, anche senza infortuni. Poi lo fai allenare per un’ora e lo mandi a giocare contro il finalista di Wimbledon, probabilmente farà più fatica di tutti quelli che giocano regolarmente. Avessi avuto a disposizione tutta la stagione in macchina, non ci sarebbero stati più dubbi su di me. Il WEC? Sono gare completamente diverse rispetto a quelle di Formula 1, una categoria completamente diversa ma potrebbe essere una bella sfida. Penso che le nuove sfide siano belle, c’è sempre qualcosa che di spinge a portare il limite un po’ più in là“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery