F1, Sergio Perez mette le cose in chiaro: “l’incidente di Singapore è sembrato molto più duro visto da fuori”

Photo4/LaPresse

Il pilota messicano ha continuato a difendersi dopo l’incidente con Ocon, sottolineando come non si sia trattato di un contatto brutto come è apparso in tv

Sergio Perez non si dà pace e, anche a distanza di dieci giorni, continua a mettere le cose in chiaro circa l’incidente che lo ha visto protagonista a Singapore con il compagno di squadra Ocon.

Perez

Photo4 / LaPresse

Tornato sulla vicenda, il messicano ha provato a fare chiarezza: “certamente ho rivisto l’incidente, e secondo me sembra molto più brutto visto da fuori. Bisogna dire che con i nostri specchietti retrovisori è davvero difficile vedere alle nostre spalle, dunque in quel momento ho perso i riferimenti e pensavo di averlo già superato alla prima curva. Stavo parlando alla radio a quel punto, ma poi l’ho visto e ho semplicemente giudicato male dove mi trovassi in quel momento. Stavo cercando di chiudere la porta prima di frenare, ma era troppo vicino per fare quella manovra. E’ stato un mio errore, ho ricevuto una penalità, e penso che questa sia stata corretta. Niente da dire, davvero, devo solo accettare di aver fatto un errore. Evidentemente l’incidente è sembrato molto duro visto da fuori, ma ha rovinato la mia gara e non l’ho certo fatto apposta“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery