Ultime manovre di mercato in Formula 1, rischiano di rimanere fuori dai giochi alcuni nomi eccellenti

Photo by Miguel MEDINA / AFP

Tra quelli che rischiano di più c’è Esteban Ocon, escluso dalla nuova Force India e fuori dalla corsa agli altri sedili disponibili

Comincia piano piano a formarsi la griglia del 2019, anche la Ferrari ha definito la propria line-up con l’ingaggio di Leclerc al posto di Raikkonen. Il finlandese ha invece firmato un biennale con la Sauber-Alfa Romeo, dove dovrebbe avere come compagno di squadra Antonio Giovinazzi.

esteban ocon

Photo4 / LaPresse

Una scelta che farebbe dunque perdere il sedile a Marcus Ericsson, nonostante l’appoggio dei connazionali proprietari della Sauber, costretti a cedere di fronte al peso politico della Ferrari. A rimanere escluso potrebbe essere anche Esteban Ocon, per il quale non c’è più posto nella nuova Racing Point Force India. Sergio Perez infatti ha mantenuto la propria monoposto, mentre l’altra andrà a Lance Stroll grazie all’acquisto della scuderia da parte di papà Lawrence. Un’esclusione, quella del francese, che ha già fatto gridare allo scandalo parecchi addetti ai lavori, tra cui il presidente del Dtm Berger: “Ocon fuori dalla griglia sarebbe una vergogna per la F.1“. Non ci sono infatti altri posti disponibili per Ocon, visto che Marko non ha intenzione di valorizzare in Toro Rosso piloti di altri vivai (il francese come sappiamo appartiene alla Mercedes) e la Haas pare ormai intenzionata a confermare Magnussen e Grosjean. 

LaPresse/Photo4

Per quanto riguarda la Williams, la scuderia britannica è orientata a formare un team tutto russo con Markelov piazzato accanto a Sirotkin, confermato per la prossima stagione. Sono gli sponsor a spingere verso questa inedita coppia, soldi che serviranno alla squadra di Grove di affrontare i costi della prossima stagione, permettendo ai propri piloti di continuare a far esperienza. E la Toro Rosso? La line-up dovrebbe essere completamente rivista, con Gasly promosso in Red Bull e Hartley appiedato per le sue deludenti prestazioni. Si è parlato di Vergne, che però ha rifiutato, mentre Buemi pare abbia già provato il sedile. Il nome su cui lavora Marko è quello di Kvyat, al momento pilota di sviluppo della Ferrari. La Mercedes ha provato a proporre Ocon, senza ricevere aperture, il francese dunque rimarrà con ogni probabilità a spasso, insieme a George Russell e Pascal Wehrlein: nomi eccellenti che sottolineano come ormai, in Formula 1, il talento non basta più per strappare un posto sulla griglia di partenza.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery