DL Salvini, arriva una norma per i diritti tv: potranno accedere ai fondi solo alcuni club, i dettagli

SALVINI AFP PHOTO / Alberto PIZZOLI

Il nuovo DL Salvini prevede che senza i conti in regola non si possa accedere ai tanto agognati fondi dei diritti tv che di fatto tengono in piedi il sistema calcio

Il nuovo decreto legge “targato” Salvini si appresta a rivoluzionare nuovamente la ripartizione dei diritti tv. Il cosiddetto decreto su sicurezza ed immigrazione, contiene infatti una norma sulla “ripartizione della quota dei diritti audiovisivi”, quota alla quale si potrà accedere solo dopo aver conseguito una certificazione dei bilanci per le squadre di A e B. “A partire dalla stagione sportiva 2019-2020 – si legge nel testo riportato dalla rosea – possono accedere alla ripartizione della quota dei diritti audiovisivi da assegnare ai partecipanti ai campionati di calcio di serie A e B solo le società, quotate e non quotate, che abbiano sottoposto i propri bilanci alla revisione legale svolta da una società di revisione iscritta nel registro dei revisori contabili, la quale, limitatamente a tali incarichi, è soggetta alla vigilanza della Commissione nazionale per le società e la borsa“. Fonti governative parlano di una riforma “seria e moralizzatrice che serve a mettere ordine nei conti del calcio“. Senza i conti in regola non si potrà accedere ai tanto agognati fondi dei diritti tv che di fatto tengono in piedi il sistema calcio.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery