De Laurentiis difende il suo Napoli e si scusa con i ‘tifosi di bocca buona’: la stoccata post Sampdoria è tagliente

De Laurentiis Foto Fabio Sasso/LaPresse

De Laurentiis chiede scusa ai tifosi del Napoli dopo il pesante ko contro la Sampdoria: le parole del presidente del club partenopeo

Caos in casa Napoli: dopo la sconfitta per 3-0 a Marassi contro la Sampdoria il Presidente De Laurentiis ha voluto fare un po’ di chiarezza sulla situazione del club partenopeo, chiedendo scusa a tutti i tifosi: “ho sempre detto che le prime partite sarebbero state di assestamento, di conoscenza, d’ambientamento di un allenatore che manca dall’Italia da parecchi anni. Ancelotti ha nel suo palmares tanti successi, ma quando si cambia è come ricominciare ogni volta da capo. Mi scuso con i tifosi, che vogliono vincere tutto e subito ma avevano fatto la bocca buona con le prime due vittorie, io ero più attendista, mi aspettavo qualche incidente di percorso, sapendo che servivano 7/9 partite per assestarsi. Chi vuole fare i processi li faccia, noi siamo sereni, abbiamo portato il Napoli ad essere tra le regine del mondo e restiamo saldi in sella in un contesto difficile come quello del calcio“, ha spiegato in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli.

Non poteva poi mancare un commento sul sorteggio del girone di Champions League che vedrà il Napoli affrontare Liverpoo, Psg e Stella Rossa: la presenza del Liverpool in terza fascia è un’anomalia clamorosa. Il girone è difficile, ma se si deve vincere è meglio farlo alla grande contro le grandi, godiamoci queste sfide che serviranno a far crescere la squadra. Dovrò chiedere spiegazioni alla Uefa: il Liverpool è arrivato in finale di Champions, cosa ci faceva in terza fascia? Anche questi, per me, sono dei casinari. Ho sempre contestato queste estrazioni, servono per fare un po’ di teatrino a Montecarlo, un posto che abbandonerei, mi viene da ridere quando si fa lì, li spostassero a Nyon“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery