Fossa Olimpica – Coppa Campioni: Fiamme Oro al sesto successo [GALLERY]

  • Picasa

    Picasa

  • Picasa

    Picasa

/

Coppa campioni di Fossa Olimpica – Sesto sigillo d’autore delle Fiamme Oro. In gara, 68 società da tutta Italia

E con questa vittoria, fanno sei! Tanti sono infatti i successi pieni delle Fiamme Oro nella sempre più prestigiosa Coppa campioni di Fossa Olimpica, che domenica 2 settembre, sulle pedane del Trap Concaverde di Lonato del Garda ha visto confrontarsi oltre 400 tiratori in rappresentanza di 68 società provenienti da tutta Italia.

Non certo “agile” come nella passata edizione, la vittoria del dream team delle Fiamme Oro capitanato dal d.t. Pierluigi Pescosolido, costretti a un costante testa a testa dall’eccellente squadra messa in campo dalle Fiamme Azzurre che li ha obbligati, dopo la parità di 416/450 nei tempi regolamentari, ad una serie supplementare di spareggio prima di poter levare al cielo la coppa.

E’ stata in questa serie, che le Fiamme Oro hanno di fatto legittimato con lo score di 144/150 (risultato corale migliore di giornata), contro il 137/150 della Fiamme Azzurre, questa vittoria sofferta quanto voluta.

Sapevo che sarebbe stato assai difficile riuscire a ripetersi anche quest’anno – Così il direttore tecnico delle Fiamme Oro Pierluigi Pescosolido- ma i miei ragazzi sono stati a dir poco eccezionali. Una gara d’orgoglio, la loro, di cui andar davvero fieri. Grazie ragazzi”! Che dire poi dell’autentico sprint ad alto tasso di adrenalina per il terzo gradino del podio, caratterizzato dalla rimonta mozzafiato della compagine dei Carabinieri che, nella terza e ultima serie, hanno così, proprio sulla linea del traguardo, i campani del Tav Torretta.

Un ex aequo (548/600), che ha comunque premiato con il bronzo i portacolori dell’Arma in virtù della miglior ultima serie. Apriamo adesso una finestra più esaustiva, ma non troppo visti rovesci a “spizzichi e bocconi” che hanno accompagnato, sopratutto il mattino e nella fase delle premiazioni, la manifestazione, su questa kermesse. Iniziamo quindi dalle battute conclusive delle 3 serie da 25 lanci ciascuna per ognuno dei 6 componenti le varie squadre prima della finale, sempre sui 25 lanci alla quale hanno avuto accesso le migliori 12 compagini in gara.

Fiamme Azzurre e Fiamme Oro appaiate (416/450) con Umbriaverde a 415, La torretta a 414, fino a quel momento, anche in virtù del fatto che nella successiva finale si sarebbero portati in dote il risultato acquisito, le stra favorite. Mentre poche, quando si gareggia a questi livelli, le opportunità per i Carabinieri e il Tav Cascata delle Marmore, entrambe a quota 405/450, di risalire la china.

Sussulti e brusii, sotto i monitor della reception del Concaverde, sono il segnale che sta succedendo qualcosa di rilievo. E’ la prestazione maiuscola della squadra dei Carabinieri (Massimo Fabbrizi, Giulio Fioravanti, Emanuele Bernasconi, Luca Miotto, Rodolfo Viganò, Nicholas Antonini) a far notizia, contro un calo di “zuccheri” dei campani della Tav La Torretta e il crollo dei portacolori di Umbriaverde.

Ma i commenti e i bisbiglii continuano, questa volta per segnalare la parità tra le Fiamme Oro (Simone D’Ambrosio, Simone Lorenzo Prosperi, Erminio Frasca, Emanuele Buccolieri, Alessandro Belli, Enrico Moraglia) e le Fiamme Azzurre (Renzo Baldinotti, Manuel Casadio, Attilio Ricci, Simone Spina, Marco Panizza, Mattia Sardi), maturato giusto all’ultimo piattello, che entrambe le formazioni sbagliano.

Si procede quindi allo spareggio con una ulteriore serie e, questa volta davvero in punta di fioretto, le Fiamme Oro ricamano una gara coi fiocchi e contro fiocchi (144/150), allungando fin da metà percorso le distanze dalle Fiamme Azzurre per dar vita, piattello dopo piattello, ad una imprendibile fuga che vale l’assegnazione definitiva della mega coppa a carattere biennale.

Ad anticipare la cerimonia “bagnata” delle premiazioni, i complimenti dei consiglieri nazionali della Fitav Roberta Pelosi e Aldo Visconti e del delegato Fitav della Lombardia Daniele Ghelfi che, all’unisono, si sono congratulati per la professionalità dimostrata dal coordinatore della gara Onorino Cognigni, ben coadiuvato dagli ufficiali di gara e dal dal commissario arbitri regionale Santo Falanga.

Il presidente del Concaverde Ivan Carella, soddisfatto per le 68 formazioni presenti, 12 in più rispetto al 2017, che si auspica comunque di poter superare, già dalla prossima edizione, il record di 73 formazioni fatto registrare nel 2015.

Classifiche – 1) Fiamme Oro 698/750; 2) Fiamme Azzurre 691; 3) Carabinieri 548; 4) La Torretta 548; 5) Umbriaverde 543; 6) Cascata delle Marmore 542; 7) Ampurias 537; 8) Carisio 531; 9) La Fattoria 528; 10) Ponso 526; 11) Ghirlandina 524; 12) Cieli Aperti 518.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery