Ciclismo, Wiggins si dà al canottaggio ma svela: “non andrò a Tokyo 2020, ho troppe cose da fare”

Catherine Wiggins e Bradley Wiggins ZumaPress

Dopo aver abbandonato il ciclismo nel 2016, il vincitore del Tour de France 2012 si è dato al canottaggio ma non parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Chiusa la carriera nel ciclismo nel 2016, Bradley Wiggins ha deciso di cominciarne una nuova nel canottaggio. Il vincitore del Tour de France 2012 infatti ha partecipato ai recenti campionati britannici indoor, facendo anche una discreta figura.

LaPresse/PA

Nonostante questo però, il cinque volte campione olimpico di ciclismo ha deciso che non parteciperà alle gare di canottaggio di Tokyo 2020: “mi sto ancora allenando quasi tutti i giorni, ma ho deciso che non andrò all’Olimpiade, perché ho troppe cose da fare” le parole di Wiggins rilasciate nel corso del suo omonimo show su Eurosport. “Ho bisogno di concedermi una pausa, non ho tempo per allenarmi tre volte al giorno, al livello in cui voglio farlo. Sarebbe un lavoro a tempo pieno e c’è troppo da fare“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery