Atletica – Meeting internazionale Città di Padova: Shubenkov star del nuovo stadio

Shubenkov_Padova2018 foto Bertolini/Organizzatori

Meeting internazionale Città di Padova: Shubenkov 13.09 è la star del nuovo stadio 

Nel 32° Meeting internazionale Città di Padova, applausi per Sergey Shubenkov. Il fuoriclasse russo vola tra le barriere dei 110 ostacoli in 13.09 (+1.7), un crono di assoluto valore per il capolista mondiale dell’anno (12.92 in questa stagione) che si conferma ancora al top, dopo che agli Europei di Berlino si è dovuto accontentare dell’argento al fotofinish. Terzo posto di Hassane Fofana (Fiamme Oro) in 13.56, ad appena sei centesimi dal personale, e quarto Lorenzo Perini (Aeronautica, 13.59). Tante le stelle in gara sulla nuova pista azzurra dello stadio Colbachini – inaugurata in apertura alla presenza del sindaco Sergio Giordani e del presidente FIDAL Alfio Giomi – che torna ad accogliere il meeting dopo 25 anni: la russa Anzhelika Sidorova sale a 4,75 nell’asta e la connazionale Mariya Lasitskene prevale nell’alto con 1,95 soltanto grazie al minor numero di errori sull’ucraina Kateryna Tabashnyk (per Alessia Trost 1,81 e tre nulli a 1,85), mentre l’etiope Genzebe Dibaba nel miglio cerca il grande risultato ma chiude in 4:20.51 calando il ritmo nel finale. Sul rettilineo dei 100 il più veloce è lo statunitense Michael Rodgers in 10.10 (+1.0), quarto Marcell Jacobs (Fiamme Oro, 10.28).

Azzurri in forma nei 400 metri: al maschile Davide Re (Fiamme Gialle) si impone in rimonta con 45.63 a meno di quattro decimi dal personale, davanti al compagno di club Matteo Galvan che è secondo in 46.16. Tra le donne cresce Raphaela Lukudo (Esercito), terza con 52.42 e un miglioramento di 23 centesimi nella gara conquistata dalla giamaicana Stephenie-Ann McPherson(50.94) per aggiudicarsi la sfida in chiave italiana con Maria Benedicta Chigbolu (Esercito, 52.56). E in attesa della rivincita agli Assoluti, nel prossimo weekend a Pescara, da venerdì 7 a domenica 9 settembre. Anche dagli 800 metri arrivano segnali di progresso, con Irene Baldessari (Esercito) che eguaglia il personale di 2:02.79 (sesta con il successo all’ucraina campionessa europea Nataliya Pryshchepa in 2:00.37) ed Enrico Brazzale (Atl. Vicentina) sceso a 1:46.93. Sempre nel mezzofondo, sui 1500 primato stagionale di Joao Bussotti (Esercito, quarto in 3:38:05) e record personale del 21enne Ossama Meslek (Atl. Vicentina) con 3:39.31. Nei 100 ostacoli seconda Luminosa Bogliolo (Cus Genova) in 13.25 (+1.7).

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery