Fiorentina-Atalanta – Pioli non ci sta: “esiste un regolamento, va rispettato! Chiesa non è un cascatore”

LaPresse/Spada

Stefano Pioli commenta l’episodio del rigore nel post partita di Fiorentina-Atalanta: l’allenatore Viola difende Federico Chiesa dalle accuse di simulazione

Animi caldissimi nel post partita di Fiorentina-Atalanta. Gian Piero Gasperini è andato ad affrontare a muso duro Stefano Pioli, parlando del rigore inesistente fischiato alla Fiorentina che ha condizionato fortemente la partita. Nel post partita Stefano Pioli ha difeso la sua squadra, Chiesa in particolare, dando la sua versione di quanto accaduto durante la partita e nel post partita con Gasperini:

con Gasperini non ci sono problemi, posso solo dire che martedì o oggi non ho deciso io. Se protesta bisogna accettarlo perché pensa di essere penalizzato. Il rigore? C’è un regolamento che va rispettato anche nelle sue modifiche per dare più centralità all’arbitro. Abbiamo vinto una partita difficilissima, ho fatto i complimenti ai miei giocatori che hanno messo in campo grande carattere. Questa è una bella svolta per una squadra giovane come la mia e devo fare i complimenti ai miei giocatori. Veretout? Aveva solo bisogno di riprendere a giocare, si è sempre allenato bene. Gasperini mi ha sorpreso, qualche difficoltà l’abbiamo avuta perché non siamo riusciti a contrastare il loro palleggio alto. All’intervallo ho cercato di sistemare alcune situazioni e posizioni in mezzo al campo, ma in queste situazioni la squadra deve dimostrare il carattere e fortunatamente la squadra mi ha mostrato carattere. Li ho premiati con un giorno in più di riposo. Chiesa? Federico è cresciuto tanto, ma non è uno che casca al primo tocco. Anzi nella dinamica dell’azione la sua scelta è stata corretta. Però quando prendi tante botte e sei molto fisico ci sta di cadere. Ora dobbiamo continuare a lavorare e pensare una partita alla volta“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery